Samantha Cristoforetti, donna al comando della Stazione Spaziale Internazionale

Samantha Cristoforetti è la prima donna europea a diventare comandante della Stazione Spaziale Internazionale. L’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea prende il posto del russo Oleg Artemyev, a sua volta subentrato allo statunitense Thomas Mashburn.

La nomina per il ruolo di comandante della Stazione Spaziale Internazionale è decisa congiuntamente da tutti e cinque i partner dell’ISS, ovvero le agenzie spaziali di Stati Uniti (Nasa), Russia (Roscosmos), Europa (ESA), Giappone (Jaxa) e Canada (CSA). “Sono onorata della mia nomina a comandante – ha detto Samantha Cristoforetti –. Non vedo l’ora di attingere all’esperienza che ho acquisito nello spazio e sulla Terra per guidare una squadra molto capace in orbita”.

L’equipaggio della Crew-4 è completato dai cosmonauti russi Artemyev, Denis Matveev e Sergei Korsakov e dagli astronauti americani Raya Chari, Thomas Mashburn e Kayla Barrow. L’astronauta trentina è stata già al comando dell’USOS (United States Orbital Segment), il segmento occidentale dell’ISS che comprende la parte statunitense, europea, giapponese e canadese della stazione.

Diventando comandante, Cristoforetti sarà la quinta astronauta europea a ricoprire questa carica e la seconda italiana dopo Luca Parmitano. Gli altri comandanti europei sono stati il belga Frank De Winne, il tedesco Alexander Gerst e il francese Thomas Pesquet. I compiti del comandante sono di assicurarsi il benessere dell’equipaggio in orbita e coordinarlo in caso di situazione di emergenza comunicare con il centro di controllo a Terra e organizzare il passaggio di consegne completo al prossimo equipaggio.

Congratulazioni a Samantha – afferma Giorgio Saccoccia, il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana –. La sua nomina è motivo di particolare orgoglio per l’Italia e per l’Europa. Come prima donna europea a ricoprire la carica di comandante della Stazione Spaziale Internazionale, Samantha sarà ancora una volta fonte d’ispirazione per le giovani generazioni. Un incarico di tale valore affidato per la seconda volta ad un astronauta di nazionalità italiana è anche la conferma del ruolo e dell’importanza che riveste il nostro Paese nell’esplorazione dello spazio e nelle attività spaziali internazionali”.

La cerimonia con il simbolico passaggio di consegna sarà trasmessa live dall’ESA su ESA Web TV.

Circa Redazione

Riprova

“ON RADAR” – Fondazione Internazionale Menarini – Infanzia bruciata: una rete “a maglie strette” per contrastare gli abusi e il disagio

In Italia ci sono circa 9 milioni di minori e di questi il 9% subisce …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com