Salvini in soccorso di Di Maio: stop alla legittima difesa

Una boccata di ossigeno, alimentata a Palazzo Chigi, per Luigi Di Maio e il M5S in difficoltà dopo le elezioni in Abruzzo e in Sardegna. Un pacchetto di emergenza che prevede lo slittamento alla Camera della legittima difesa, un’accelerazione per la legge che istituisce la commissione sulle banche e, in più, il via libera al decreto che dovrà «assicurare un celere rimborso per i clienti truffati dagli istituti di credito». È quanto emerge dal vertice di governo che ieri pomeriggio ha tenuto impegnati il premier Giuseppe Conte, i vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini e il ministro dell’Economia Giovanni Tria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com