Salvini annuncia la svolta sul nuovo Presidente della Repubblica

Il leader della Lega Matteo Salvini è stato ospite della trasmissione Mediaset ‘Fuori dal coro’ condotta da Mario Giordano nella serata di mercoledì 6 novembre 2019. L’ex ministro dell’Interno, nel corso del suo intervento, ha toccato diversi temi, dal Governo Conte Bis alle future Elezioni Comunali a Roma, passando per il nome del nuovo Presidente della Repubblica.

A proposito del Governo Conte Bis, Matteo Salvini ha detto: “Questo governo sta riuscendo a fare una sola cosa: sta facendo incaz*are gli italiani, proprio tutti insieme”.

Poi, ha aggiunto: “Se cade il governo, il Presidente della Repubblica non potrà che restituire la parola agli italiani, sono fiducioso”.

E ancora: “Se cade questo governo attaccato con lo scotch, gli italiani si meritano di andare al voto. Poi decideranno loro”.

A proposito del Presidente della Repubblica, Matteo Salvini è tornato a parlare di Mario Draghi. Mentre, nei giorni scorsi, il leader della Lega aveva chiuso la porta all’ipotesi di vedere Draghi al posto di Conte come futuro premier, Salvini si è detto possibilista sull’eventualità di vedere l’ex presidente della Bce come successore di Mattarella.

Questa la risposta di Salvini, alla domanda sulla possibilità di votare l’europeista Draghi come nuovo Presidente della Repubblica: “Why not?! Diamoci un tocco di inglese”.

Matteo Salvini è poi tornato a parlare del  dopo Virginia Raggi a Roma: “Qualche mezza idea per il candidato a Sindaco di Roma ce l’ho. C’è un uomo che secondo me potrebbe essere una persona in gamba. Qua ci vuole uno con due palle così. O una con due palle così, che non debba chiedere favori a nessuno”.

Ieri l’apertura di Matteo Salvini a Mario Draghi presidente della Repubblica, oggi il brusco stop di Giorgia Meloni. Che di un tecnocrate europeo ai vertici delle istituzioni italiane non ne sente proprio il bisogno. Nel corso della trasmissione televisiva di Rete 4 “Fuori dal coro”, contraddicendo la storica posizione della Lega su Draghi,il leghista ha risposto “why not” a chi gli chiedeva dell’ex governatore della Bce. Aggiungendo: «Nel caso in cui cada questo governo attaccato con lo scotch il presidente della Repubblica non potrà che restituire la parola agli italiani».
‘A scanso di equivoci lo ribadisco: non contate sui voti di Fratelli d’Italia per l’elezione di Draghi alla presidenza della Repubblica. Per noi il prossimo Presidente della Repubblica deve avere alle spalle una storia di difesa dell’economia reale e dei nostri interessi nazionali. E non provenire dal mondo della grande finanza internazionale. Anche per questo vogliamo che il Presidente della Repubblica sia scelto direttamente dagli italiani e non tramite giochi di palazzo. Fratelli d’Italia sta già raccogliendo le firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per l’elezione diretta del Capo dello Stato’, il post su Facebook di Giorgia Meloni non lascia dubbi. Niente inciuci su Draghi, tantomeno tramite Salvini. E i commenti sono tutti a senso unico: «Il presidente della Repubblica lo dobbiamo votare noi italiani. Fratelli d’Italia ha raccolto le firme per tutto ciò». «Assolutamente, è un servo dei poteri forti e delle banche che vogliono tenere unità questa Europa di burocrati». «No a Draghi. Molto bene, invece, la raccolta delle firme per l’elezione diretta del Capo dello Stato. Magari passasse!», scrive un altro.

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com