Salvini a Bologna, Centri sociali in piazza: “Bacioni dalla Russia”

Inizia all’insegna della contestazione l’avventura bolognese di Matteo Salvini. Il PalaDozza è stato blindato dalle autorità, sul posto in tenuta anti-sommossa.

Il leader della Lega si presenta al fianco di Lucia Borgonzoni in occasione del primo grande evento leghista sul territorio. La prima vera prova del nove per Matteo Salvini che torna ad assaporare la contestazione dopo la vittoria facile in Umbria. In occasione dell’arrivo del numero uno del Carroccio sono andate in scena due contro-manifestazioni. Il corteo dei centri sociali si è radunato in piazza San Francesco. Stando a quanto riferito dalla stampa locale avrebbero preso parte alla manifestazione circa un migliaio di persone che hanno intonato cori e slogan contro Matteo Salvini.

Ma in piazza sono scesi anche gli anarchici, che hanno organizzato un presidio-biciclettata a porta Lame. Nella città di Bologna sono riapparsi i famosi striscioni di contestazione contro il leader della Lega.

 Per lanciare il tour emiliano il leader della Lega ha scelto di iniziare da un palazzetto dello sport a ingresso gratuito. Lo scopo è quello di occupare tutto l’impianto per mandare un messaggio al Partito democratico, che paga lo scotto mediatico del caso Bibbiano, e del Movimento 5 Stelle, che ancora non ha deciso se correre o meno in occasione delle prossime elezioni regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com