Salute. Insonnia nuoce al cuore, rischio di malattie cardiovascolari o di morte

Notti in bianco nemiche del cuore. Avere problemi di sonno, come capita secondo le stime a oltre il 30% degli adulti e a metà degli over 65, fa crescere del 45% il rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare o di morirne. Un aumento netto, che inserisce a buon diritto l’insonnia nella lista dei ‘sorvegliati speciali’ insieme a fattori più noti come il fumo, la dieta scorretta, la vita sedentaria. Questa la conclusione di una ricerca italiana presentata oggi al Congresso 2012 della Società europea di cardiologia (Esc), che si chiude domani a Monaco di Baviera. Il team di Francesco Sofi dell’università di Firenze ha selezionato dalla letteratura scientifica i principali lavori che, fino al dicembre 2011, hanno indagato sul legame tra sonno e salute del cuore. Sono stati così analizzati 16 studi prospettici, per un totale di 122.501 persone seguite per un intervallo di tempo che andava da 3 a 20 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com