Salerno. Neonata muore dopo il parto, sequestrate le cartelle cliniche

Non ha resistito, non potrà vedere il mondo. La disgrazia è avvenuta a Capaccio, nel salernitano, una neonata è morta dopo la nascita. La madre, un donna di 37 anni, moglie di un agente di Polizia, Alfonso Feo,  avrebbe partorito la piccola presso l’ospedale San Luca, di Vallo della Lucania che improvvisamente si sarebbe aggravata.

La famiglia presso la Procura ha denunciato l’azienda ospedaliera, ed è stato disposto il sequestro immediato delle cartelle cliniche aprendo un’indagine per chiarire eventuali responsabilità.

Secondo la denuncia, vista la gravità della situazione i sanitari avrebbero deciso il trasferimento della neonata all’ospedale Monaldi di Napoli, dove, la piccola sarebbe giunta in condizioni disperate solo durante la notte, a causa del ritardo dell’ambulanza. La bambina è poi morta intorno alle sei di ieri mattina, dodici ore dopo la nascita.

”Confidiamo nel lavoro della magistratura”, ha commentato Riccardo Feo, fratello del padre della piccola. “È un dolore grandissimo, anche perché il parto era riuscito perfettamente e la bimba era in ottima salute”. Intanto, la consigliera regionale del PD Anna Petrone ha annunciato una interrogazione in Consiglio regionale sulla vicenda. ”Mi ha telefonato di sua iniziativa, esprimendoci la sua solidarietà e annunciando una interrogazione sull’ accaduto, ha affermato il papà della neonata, da quanto mi ha riferito, infatti, vuole fare chiarezza su quanto sta accadendo all’ospedale di Vallo della Lucania”.

Circa redazione

Riprova

Caporalato: dieci ore lavoro a 100 euro al mese, 24 indagati

Sei caporali reclutavano personale in nero, e lo obbligavano a montare sistemi di irrigazione in …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com