Russia: il cavallo Dolbak contro i fumatori

L’ultima campagna antifumo, promossa dal ministero della salute in Russia prevede di utilizzare un cavallo rosso per gli accaniti tabagisti. Allerta massima per gli incalliti fumatori russi: un cavallo rosso di nome Dolbak si aggira per le strade di Mosca pronto ad “attaccare” i tabagisti più convinti. Ma niente paura, si tratta di un grande pupazzo a forma di cavallo rosso con un attore che lo anima da dentro, presente per le strade di Mosca il 17 novembre, in occasione della Giornata Mondiale senza Fumo. Dolbak si apposta vicino a posacenere o all’uscita di club e apostrofa i fumatori con “Per favore, smetti di fumare, uccide” oppure con domande dirette del tipo “Perchè fumi?”. Con i passanti che mostrano più indifferenza, il cavallo diventa quasi aggressivo e a qualcuno è capitato di vedersi sfilare la sigaretta dalle dita. Sul suo sito, il ministero avverte che il “super eroe Dolbak” potrebbe comparire presto nella capitale russa “nei posti più impensabili”. Il cavallo rosso non è la prima trovata creativa del dicastero della Sanità che tenta di usare l’umorismo per combattere vere e proprie piaghe sociali. Per combattere l’alcolismo, lo spot dello scoiattolo ubriaco (Belotchka, scoiattolo in russo, ma anche delirium tremens) l’anno scorso e’ diventato un cult su internet.

Insieme ad alcolismo, Aids e povertà, le malattie legate al fumo sono tra le maggiori responsabili dell’alto tasso di mortalità nella Federazione: secondo dati ufficiali, ogni anno solo il tabagismo provoca mezzo milione di decessi. L’80% dei cittadini, ogni giorno, inala fumo passivo e il 40% delle donne continua a fumare anche in gravidanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com