Russia. Festa in tutto il paese per il 60esimo compleanno di Putin

 Il presidente russo Vladimir Putin festeggerà domenica il suo 60° compleanno nella città di San Pietroburgo luogo in cui ebbe i natali. La festa si svolgerà senza grandi celebrazioni, con famigliari e amici, tra i presenti forse anche l’ex premier Silvio Berlusconi. Ma la Russia il compleanno del suo presidente lo festeggerà partendo dalla città di Kaliningrad fino a quella di Vladivostok come se fosse una festa nazionale. L’appuntamento televisivo, invece si terrà domenica in prima serata sulla emittente televisiva russa Ntv, con un filmato in esclusiva sulla vita quotidiana di Putin, dal tuffo in piscina per iniziare la sua giornata a quando guida l’auto. Anche l’opposizione coglierà l’occasione per fare gli auguri al leader del Paese, ma in modo del tutto ironico, per invitarlo ad andare in pensione come fanno tutti i lavoratori russi al compimento dei 60 anni. Putin dal 2000 al 2008 è stato leader del Cremlino e poi dal maggio scorso, gode ancora di un’alta popolarità nel Paese, dove ha imposto la sua immagine di leader forte e carismatico, sportivo e virile. Per mantenere un aspetto giovane, sussurrano i maligni, Putin, tra i più longevi e potenti leader internazionali, si sarebbe fatto anche un lifting. Il centro dei festeggiamenti sarà l’antica capitale degli zar, dove è nata un’organizzazione denominata ‘Comitato 60’ che ha chiesto il permesso per una marcia di 60 mila persone, un numero per evocare gli anni del presidente. Il percorso si snoda come un pellegrinaggio tra i luoghi che hanno segnato la vita di Putin, la clinica ostetrica dove è nato, la cattedrale della trasfigurazione dove ha confessato di essere stato battezzato in gran segreto, l’università dove ha studiato, la palestra di judo dove è diventato cintura nera, il municipio dove è stato vicesindaco e, naturalmente, l’ex sede del Kgb in Litieni prospekt, la ‘Bolshoi dom’ dove ha iniziato la sua carriera di spia. Tra le iniziative del ‘Comitato 60’, anche la proposta di dichiarare il 2012 ‘anno di Putin’ e di intitolargli vicolo Baskov, dove il capo dello Stato è cresciuto. A Mosca verrà inaugurata invece una mostra fotografica dell’artista Alexiei Serghienko dal titolo emblematico: ‘Il Presidente. Un uomo dal cuore buono’: una carrellata di scatti su alcuni degli episodi salienti della vita di Putin, dall’amicizia con Berlusconi al recente volo in deltaplano con le gru siberiane in via d’estinzione. Presenti anche numerosi labrador neri, la razza preferita del presidente. Domenica, però, ci sarà un flash mob per portare questi ed altri omaggi del genere davanti all’amministrazione presidenziale. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com