epa08980964 A handout photo made available by Moscow's Citiy Court Press Service shows Russian opposition leader Alexei Navalny (L) standing in the glass cage during a hearing in the Moscow City Court in Moscow, Russia, 02 February 2021. The Moscow City Court will consider on 02 February 2021 the requirement of the Federal Penitentiary Service to replace Alexei Navalny's suspended sentence with a real one. Opposition leader Alexei Navalny was detained after his arrival to Moscow from Germany on 17 January 2021. A Moscow judge on 18 January ruled that he will remain in custody for 30 days following his airport arrest. EPA/MOSCOW CITY COURT PRESS SERVICE HANDOUT MANDATORY CREDIT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES EPA-EFE/MOSCOW CITY COURT PRESS SERVICE HANDOUT MANDATORY CREDIT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

Russia, attesa la sentenza per Navalny Rischia oltre tre anni di carcere

“Sono sopravvissuto grazie a brave persone: piloti e medici. Poi ho causato un’offesa ancora più grave: non mi sono nascosto.

E poi è successa la cosa peggiore in assoluto: ho partecipato all’indagine sul mio stesso avvelenamento. E abbiamo dimostrato che è stato Putin a commettere l’attentato e questo lo fa impazzire”. Lo ha detto Alexey Navalny in aula, citato da Meduza. “Passerà alla storia proprio come un avvelenatore. Sapete, c’era Alessandro il Liberatore o Yaroslav il Saggio. E avremo Vladimir l’Avvelenatore”.

La polizia stamani ha effettuato i primi fermi nei pressi della stazione della metropolitana di Preobrazhenskaya Ploshad, sulla linea rossa, la più vicina al tribunale di Mosca, dove i si svolge il processo ad Alexey Navalny. Lo riporta la testata Proekt, che pubblica anche un video. Sono almeno 237 le persone fermate finora a Mosca per aver preso parte a manifestazioni davanti al tribunale dove è in corso il processo contro l’oppositore numero uno di Putin, Alexey Navalny: lo riporta l’ong Ovd-Info.

La moglie di Alexey Navalny, Yulia Navalnaya, è arrivata al tribunale di Mosca, dove si attende la sentenza che deciderà se commutare in pena reale – 3 anni e 6 mesi di carcere – la condizionale accordata all’oppositore nel caso Yves Rocher. L’udienza era originariamente prevista presso il tribunale distrettuale Simonovsky ma dato l’alto numero di accrediti stampa richiesti, e l’interesse generale del caso, le autorità hanno deciso di usare una sede “più consona”. Navalny dovrebbe essere presente in aula.

Alexey Navalny è presente nel tribunale distrettuale Simonovsky di Mosca all’udienza che dovrà decidere se commutare la condizionale in oltre tre anni di carcere vero. La Procura generale, tanto per far capire l’aria che tira, si è detta favorevole.

Il

Circa Redazione

Riprova

Borrell, accesso umanitaria a Gaza ora impossibile

“La fornitura di assistenza umanitaria all’interno di Gaza è diventata impossibile. Nonostante tutte le pause …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com