Rsa: prorogate le modalità di finanziamento fissate a inizio pandemia

Le modalità di finanziamento per le Rsa fissate a inizio pandemia saranno in vigore fino al 31 dicembre 2021. Lo ha stabilito oggi la Giunta provinciale, su indicazione dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, che spiega: “Nell’aprile del 2020, tenuto conto che l’impatto della pandemia aveva sui bilanci delle Rsa, abbiamo previsto di riconoscere agli enti gestori il finanziamento, non più a presenza effettiva, ma in base alle presenze medie registrate nel mese di febbraio 2020, a decorrere dal 1° marzo 2020. L’occupazione dei posti letto convenzionati non è ancora tornata ai livelli ordinari, vi sono infatti circa 400 posti liberi su un totale di n. 4532 posti convenzionati, per questo abbiamo stabilito, stante anche la proroga a livello nazionale dell’emergenza, di tenere valide queste modalità di finanziamento fino a fine anno”.

Con lo stesso provvedimento viene confermato la possibilità per gli enti gestori di RSA di utilizzare i posti letto convenzionati con Azienda sanitaria e liberi, come posti letto di sollievo, fino alla ripresa delle modalità ordinarie di finanziamento delle RSA.

Circa Redazione

Riprova

Bonus edilizi, De Lise (commercialisti): molti dubbi, subito istanza ad Agenzia Entrate

Il presidente dell’Ungdcec: normativa imperfetta, istituzioni indichino intenzioni future “In tema di bonus e superbonus …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com