Roma, tra Virginia Raggi e Capodanno negato…

A Roma dopo vent’anni salta  il Concertone previsto al Circo Massimo e la fuga degli sponsor sembra esserne la causa. La soluzione poteva  essere quella di ricorrere all’affidamento diretto come fatto   dal commissario Francesco Paolo Tronca nel 2015.  La Raggi, quindi, nega il Capodanno ai romani e  la sua soluzione sembra essere quella di spedire i romani all’estero. Partendo da un link da cui si accede dal sito del Comune di Roma e  cliccando su  ‘Capodanno’  non compaiono artisti per concerti in piazza ma due semplici righe:  ‘L’ultimo giorno dell’anno si avvicina. E’ ora di cominciare a programmare un viaggio interessante e divertente per poter passare un Capodanno unico. Ecco alcune mete che abbiamo selezionato per voi. Alla fine della frase ‘Europa- Destinazioni varie’. La sindaca tenta anche  di rassicurare i romani: ‘Dalle 3.30, infatti, i ponti di Roma e il lungotevere diventeranno il palcoscenico di numerose performance artistiche’. Solo che bisognerà utilizzare l’auto perché gli eventi della giunta capitolina iniziano  alle 3.30 del mattino, ma bus e metro sono attivi fino alle 2.30. In ogni caso si potrà contare su bus e metro solo all’andata. Dalle 2.30 il servizio riprenderà poi alle 8 del mattino…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com