Roma: non paga Comune dal 1950, sgombero per debito 650 mila euro

Dal lontano 1950, nei primi anni del Dopoguerra, un attivita’ commerciale utilizzava senza permesso un immobile in un’area di proprieta’ comunale a Testaccio, dove nel corso del tempo erano stati realizzati anche opere e manufatti abusivi. Il tutto senza versare ne’ lire ne’ euro di affitto nelle casse del Campidoglio, con un’evasione complessiva di quasi 650 mila euro. Ora, spiega il Campidoglio, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale hanno eseguito lo sgombero.

“La prima ordinanza per il recupero dell’area era del 1989 ma finalmente, dopo quasi 70 anni, l’amministrazione e’ tornata in possesso dell’area e dell’immobile utilizzati abusivamente nel pieno centro storico di Roma, la cui riqualificazione passa anche attraverso iniziative di questo tipo”, riferisce la sindaca di Roma, Virginia Raggi, sul suo profilo Facebook. Poi la sindaca commenta: “I soldi che in 70 anni di morosita’ sono stati sottratti alle casse capitoline sono stati sottratti a tutti i cittadini onesti, a opere e servizi utili alla nostra comunita’. Grazie all’assessora al Patrimonio e alle politiche abitative, Rosalba Castiglione, e a tutti coloro che, a vario titolo, lavorano ogni giorno, con responsabilita’ e passione, per il ripristino della legalita’ a Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com