Avellino: Serra non regge al peso della neve. Donna muore schiacciata

Tragedia in Irpinia. Una donna di 46 anni, proprietaria di un vivaio, è morta travolta dalla sua serra ad Avellino.La struttura non ha retto al peso della neve ed è crollata travolgendo la donna che è rimasta schiacciata.

Roma in ginocchio per la neve- Ancora neve a Roma. La capitale si è risvegliata sotto una distesa di bianco, che però ha provocato non pochi danni.  Numerosi alberi sono caduti e diversi problemi si sono riscontrati nella circolazione urbana.  Tuttavia il Piano di emergenza del trasporto pubblico locale ha consentito il funzionamento della maggior parte dei mezzi pubblici: le linee della metropolitana A e B sono attive, i bus viaggiano secondo quanto previsto dal Piano Neve (79 linee) con riduzioni di servizio nella zona nord della Capitale e la rete tram è al momento parzialmente non attiva. Lo rende noto Agenzia per la Mobilità. Le ferrovie Roma-Lido e Termini-Giardinetti non sono attive. Per la Roma-Viterbo è attivo il servizio urbano ma non quello extraurbano.

Alemanno: “Previsioni meteo sbagliate”- “Chiediamo una commissione d’inchiesta perché non c’è stato un servizio di previsioni adeguato”, ha detto a Omnibus su La7 il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, in merito al maltempo che ha messo in ginocchio la capitale. “Il bollettino meteo della Protezione civile – aggiunge – parlava di 35 millimetri di neve su Roma giovedì”. Immediata la replica della Protezione civile: “Il sindaco aveva pienamente compreso la situazione a Roma”. Che registra “alcuni dubbi sulla adeguatezza del sistema anti-neve della capitale”. Per il Dipartimento, “stupiscono ulteriormente le affermazioni del sindaco dal fatto che, anticipatamente, aveva sospeso le attività didattiche; inoltre sull’home page del comune di Roma si legge ‘”come previsto dai bollettini meteo, le precipitazioni nevose hanno investito anche la Capitale’”. Un ripensamento?”, si chiede ironicamente la nota della Protezione civile. In ogni caso, nella nota, afferma di aspettare “con fiducia la Commissione di inchiesta invocata dal sindaco Alemanno, nella quale produrrà tutte le registrazioni del Comitato operativo che si è svolto nella serata di giovedì 2 febbraio, allargato per l’occasione a Roma Capitale, al quale ha partecipato lo stesso sindaco”.

Civitavecchia: Traghetto urta conrtro diga del porto- E’ stato forse il  maltempo a causare questa l’ urto di un traghetto partito da Civitavecchia e diretto ad Olbia. Il mezzo  con i 262 passeggeri e i 53 membri di equipaggio a bordo, appartenente alla nave della Tirrenia “Sharden”, ìpoco prima di mezzanotte ha urtato contro un dente della diga foranea del porto, all’altezza del fanale verde. L’impatto ha provocato uno squarcio di circa 30 metri al di sopra della linea di galleggiamento ma l’immediato intervento della Guardia costiera locale, che ha coordinato l’intervento di due rimorchiatori, ha permesso di guidare la nave in banchina e di metterla in sicurezza.

Tassisti romani senza catene- La neve ha messo in crisi anche i tassisti. Le centrali di radiotaxi da ieri non accettano prenotazioni “perchè non sappiamo quanti hanno montato le gomme termiche, nè quanti hanno le catene in dotazione”. L’unica possibilità offerta è: “Provi a chiamare 15 minuti prima e vediamo cosa si può fare”. In alcuni casi l’anticipo ‘concesso’ e’ di mezz’ora. Con l’ordinanza del sindaco che dispone lo stop per 36 ore dalla mezzanotte di ieri alla circolazione delle auto che non abbiano le catene a bordo o le gomme invernali montate, pare sara’ drasticamente ridotto il numero di taxi in giro per la Capitale.
Continua attività Task force- Proseguono incessantemente, senza pausa durante la notte, le attività della Task force istituita dalla presidente Renata Polverini presso la Sala operativa della Protezione civile della Regione Lazio. Centinaia le chiamate al numero verde 803555. Molte criticità sono state risolte, per altre sono in pieno svolgimento le operazioni di pronto intervento, soprattutto nel Frusinate e nella Valle dell’Aniene. Lo comunica la Regione. All’ospedale di Subiaco, grazie agli interventi coordinati dalla Task force si è ovviato, non senza difficoltà, al rischio che la struttura andasse completamente in black out a causa dell’esaurirsi delle scorte di gasolio per alimentare il gruppo elettrogeno. Nell’area ci sono tuttora problemi con la fornitura di energia elettrica e si è dovuto intervenire con le organizzazioni di volontariato, in collaborazione con i carabinieri, i vigili del fuoco e il Corpo forestale, per portare il gasolio e garantire quindi provvisoriamente la corrente elettrica e il funzionamento dei macchinari. L’Enel, presente con un proprio tecnico nella sala operativa, sta cercando di risolvere al piu’ presto il problema in maniera definitiva.

E se la neve sta facendo la sua comparsa anche in zone del Sud “inaspettate”, il freddo maggiore si registra sempre al Nord. A Milano, ad esempio, c’è statoi un brusco calo delle temperatire. Le maggiori preoccupazioni si rivolgono ai senzatetto, per i quali il Comune ha chiesto aiuto ai cittadini e anche ai partiti. Nell’entroterra riminese, messo in ginocchio da 48 ore di precipitazioni ininterrotte, muri di neve impediscono l’arrivo di soccorsi agli anziani e alle famiglie; circa 500 persone sono rimaste isolate. Grande lavoro per i vigili del fuoco, che hanno effettuato oggi più di 1.200 interventi, soprattutto per soccorso a persone e automobilisti in difficoltà, crolli di coperture e capannoni, alberi pericolanti, ripristino della viabilità.

Molise. 46enne muore di freddo-  Un 46enne di Isernia è stato trovato morto nella sua auto, coperta di neve, ferma sulla Statale 17, nei pressi di Cantalupo nel Sannio (Isernia). L’uomo, che si stava recando al lavoro, è stato colto da un malore.

Calcio. Rinviate partite-  Rinviati gli anticipi a Roma e Cesena, non si disputeranno anche molti incontri di serie B.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com