‘Rom e topi’, la rete contro Salvini

Matteo Salvini torna a riprendersi le piazze e lo fa con il suo carisma, con i suoi modi di fare e di ragionare che coinvolgono buona parte della popolazione. Stando ai sondaggi, la maggioranza degli italiani. E questo da anni. Il leader della Lega, insieme con gli alleati del Centrodestra, torna a Roma, questa volta in una piazza dove vigono le regole anti-coronavirus. Questo per evitare le polemiche del day after. E invece le polemiche arrivano lo stesso, questa volta per le dichiarazioni di Salvini, che sulla rete si ritrova a dover fare i conti con le accuse di razzismo.

“La Capitale non può essere ricordata per i rom, per i topi, per gli autobus bruciati, e le buche per strada”. È questa la frase incriminata pronunciata da Matteo Salvini che fotografa i problemi di Roma per attaccare la sindaca Virginia Raggi. Molti utenti dei social non hanno apprezzato l’accostamento rom-topi e hanno accusato il leader della Lega di razzismo. La formulazione della frase potrebbe essere infelice, ma rispecchia la strategia comunicativa di Salvini. Diretto, a suo modo devastante, coinvolgente. Poche parole, tanti elenchi. La sua oratoria è immediata, facilmente comprensibile da tutti. E questo ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, i suoi pregi e i suoi difetti, i suoi pro e i suoi contro.

A proposito di Roma, la sindaca Virginia Raggi ha voluto rispondere alle accuse di Matteo Salvini, accusato di avere la faccia tosta. “Matteo Salvini hai la faccia tosta. Abbi rispetto di Roma. La chiamavate “ladrona” e ora vorreste tornare a spolparla. Noi romani stiamo risanando debiti e lo sfascio che ci avete lasciato quando l’avete governata. Basta chiacchiere. Ps: lascia pulita piazza del Popolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com