Rogo impianto rifiuti: incendio domato, ipotesi dolosa

E’ stato domato l’incendio allo Stir di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), l’impianto che tratta i rifiuti indifferenziati provenienti da tutto il Casertano per poi avviarli all’incenerimento presso il termovalorizzatore di Acerra (Napoli). Il comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Caserta, Luciano Buonpane, spiega che “il rogo e’ ormai domato, ci sono ancora delle fumarole per questo stiamo portando i rifiuti all’esterno del capannone, cosi’ anche grazie alla pioggia potremo spegnerli del tutto”. Il presidente della Gisec, societa’ della Provincia di Caserta che gestisce lo Stir, Fulvio Fiorillo, aggiunge che “l’incendio ha riguardato dei rifiuti gia’ imballati per essere trasportati dall’inceneritore. Fortunatamente – prosegue Fiorillo – abbiamo vasche con centinaia di migliaia di litri d’acqua che hanno aiutato i vigili del fuoco nelle operazioni di spegnimento. Questa mattina i conferimenti di rifiuti sono gia’ ripartiti. In ogni caso avvieremo un’indagine interna, che andra’ di pari passo con quella delle forze dell’ordine e della magistratura”.

Sulla matrice del rogo Fiorillo fa capire che propende per l’ipotesi dolosa. “Aspettiamo gli accertamenti dei Vigili del fuoco, ma sin da ora posso dire che sarebbe strano se il rogo non fosse doloso. I rifiuti in fiamme non erano di tipo organico, ma indifferenziato; certo troviamo spesso in questa tipologia di immondizia accendini o bombolette spray, ma e’ sempre necessario una scintilla per innescarli e farli scoppiare” conclude. Sono stati i guardiani in servizio allo Stir, che ieri era chiuso, ad accorgersi del rogo. Questa mattina in prefettura a Caserta di terra’ una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica sul rogo di stanotte, che segue altri incendi di impianti di rifiuti avvenuti negli ultimi mesi nel Casertano, l’ultimo pochi giorni fa all’azienda Lea di Marcianise. “Fanno riflettere – dice Buompane – questi roghi ad orologeria, specie in un periodo dell’anno cosi’ umido”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com