Un ristorante deserto all'ora di pranzo nel quartiere di Borgo Pio, nei pressi di San Pietro, Roma, 27 ottobre 2020. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Rinvio cartelle e Ristori 5: Governo verso unico decreto

La crisi di governo, entrata nel vivo con le consultazioni presso il Quirinale, rischia di essere un vero e proprio intervento a gamba tesa sulle questioni insolute, in primis il rinvio della scadenza per le cartelle esattoriali  e il decreto Ristori 5, che nelle intenzioni del ministro Gualtieri dovrebbe essere allargato anche ai professionisti.

Tuttavia il governo è e resta in carica per i cosiddetti ‘affari correnti’, e vuole chiudere la questione dopo che Giuseppe Conte ha fatto lo stesso con un decreto sulla questione Coni-Cio che rischiava di escludere l’Italia dai Gioci Olimpici, e per la prossima settimana è atteso un nuovo decreto che contenga entrambe le misure.

Rinvio cartelle esattoriali

In teoria la proroga data il 14 gennaio scorso vale solo fino alla fine del mese, il 31 gennaio. Dunque da lunedì, sempre in linea teorica, gli atti del Fisco ricomincerebbero a partire. Tuttavia si tratterebbe di una ‘ripartenza’ lenta e graduale, e dunque un decreto nei primi giorni della prossima settimana sarebbe sufficiente per bloccare nuovamente tutto.

Verso un unico decreto

Dunque l’obiettivo è quello di rinviare ulteriormente la scadenza del 31 gennaio per le cartelle esattoriali e dare vita al Ristori 5 con un unico decreto, nei primi giorni della prossima settimana. Per il Ristori 5 il Governo ha già chiesto e ottenuto, con l’ok di maggioranza e opposizione, lo scostamento di bilancio da 32 miliardi, necessari per gli aiuti a molte categorie penalizzate dalle restrizioni anti-Covid, per un ampliamento di altre 18 settimane delle possibilità di cassa integrazione Covid e per prolungare il blocco dei licenziamenti.

I tempi delle consultazioni naturalmente dilatano il tutto di qualche giorno. Al momento è improbabile che le norme possano arrivare già con il Consiglio dei ministri di domenica. Se ne riparlerà fra lunedì e martedì.

Circa Redazione

Riprova

Segr.Gen. SIFUS CONFALI, Maurizio Grosso: “No alla proposta del ministro Valditara di retribuire insegnanti secondo il costo della vita delle varie regioni’’

La presa di posizione esternalizzata nei giorni scorsi dal Ministro alla Pubblica Istruzione e del …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com