Riforme e Calderoli: ‘Non ci sono i numeri’

 “Non so fino a che punto arriverà la frattura all’interno di Ncd. Certo è che se si toglie una parte di Ncd e si aggiungono i dissidenti all’interno del Pd, parliamo di 50-60 persone: i numeri non ci sono”. Così il vicepresidente del Senato Roberto Calderoli sul rischio che il Governo non abbia i numeri al Senato per le riforme. Calderoli ha detto di aver presentato un emendamento che porta all’elezione di 21 senatori da parte dei Consigli regionali e di altri 74 “direttamente dal popolo”.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com