Rifiuti: smaltimento illecito nel Vibonese, sequestro e denuncia

Smaltiva illecitamente rifiuti zootecnici costituiti da liquami e deiezioni di animali bovini direttamente nella fiumara Ruffa che sfocia in mare a Capo Vaticano. Con l’accusa di smaltimento illecito di rifiuti speciali, i carabinieri forestali di Spilinga e Vibo Valentia hanno denunciato il proprietario di un’azienda zootecnica di allevamento bovini per la produzione del latte, sita in localita’ Polarizzi – Poro di Spilinga. All’interno dell’azienda, i militari hanno potuto accertare che le deiezioni ed i liquami prodotti all’interno dell’allevamento bovino, stoccati all’interno di un’apposita platea impermeabile collegata ad un pozzo di raccolta dei reflui per la successiva irrigazione.

Parte dei rifiuti ristagnavano pero’ nei terreni limitrofi e parte, e attraverso un fosso naturale, si immettevano all’interno della fiumara Ruffa che sfocia a Torre Ruffa di Capo Vaticano, nel comune di Ricadi. Considerata la condotta illecita, i carabinieri forestali hanno posto sotto sequestro la platea ed il pozzo ad essa collegato e, contestualmente, hanno segnalato alla magistratura di Vibo Valentia il proprietario dell’allevamento per aver smaltito sul suolo, e nel sottosuolo, illecitamente rifiuti speciali non pericolosi costituiti da reflui zootecnici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com