Ricordando Srebrenica contro ogni geniocidio

Oggi ricorre  il 21° anniversario del genocidio di Srebrenica. Per tale occasione è stato organizzato  il concerto ‘Ricordando Srebrenica, contro ogni genocidio’.  L’evento, che si pone come ideale prosieguo della commemorazione istituzionale che si terrà alla Camera, vuole essere un momento più artistico attraverso il quale fare memoria dei drammatici eventi accaduti nel 1995 a Srebrenica, attraverso la capacità evocativa della musica.Le due musiciste bosniache, Dzenana e Jasmina Sehanovic, eseguiranno brani per pianoforte e violino sulle melodie di Chopin, Albinoni e De Sarasate, nonchè brani dalle Sevdalinke – Balade nella bella cornice del Palazzo Santa Chiara, nei pressi del Pantheon. ‘La commemorazione del genocidio di Srebrenica riveste oggi  un valore simbolico tanto maggiore alla luce delle dinamiche che lo scenario internazionale ci pone davanti e nella persuasione che uno sguardo onesto e consapevole sul passato sia un presupposto imprescindibile per qualsiasi progettualità futura, che investe non solo l’area balcanica e l’Europa intera, ma si staglia con una prospettiva globale sul vissuto più intimo dell’umanità stessa. Contro ogni genocidio, contro ogni violenza, contro ogni abbrutimento dell’umano, che calpesta la dignità della persona e che investe con la sua violenza i più deboli, la nostra umanità è chiamata a destarsi’, annota il senatore Aldo Di Biagio. Ed è significativo che a risvegliare il senso della nostra responsabilità sulla storia siano proprio, con la loro arte, due donne provenienti da una regione in cui la violenza contro le donne si è fatta, paradossalmente, sistematico strumento di reiterazione del conflitto e che rappresentano, di fatto, il simbolo di quell’umanità che vuole guardare avanti per progettare un futuro di pacificazione consapevole. Un progetto che ha già dato un significativo frutto con il patrocinio accordato dalla città di Zagabria, primo positivo germoglio di nuove progettualità in un’area da tempo martoriata da grandi divisioni, che vuole fare i conti con la storia. L’evento, che ha ottenuto anche il patrocinio del Senato della Repubblica Italiana,  si terrà,  come si diceva, oggi  alle ore 19.00 presso il palazzo Santa Chiara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com