Ricatto a luci rosse nel reggiano, arrestata prostituta

REGGIO EMILIA. Un ricatto a luci rosse è stato messo in atto da una prostituta romena dopo che il rapporto pattuito col cliente a pagamento (70 euro) era durato ‘troppo’ rispetto ai normali tempi previsti. Così la donna, dopo aver sottratto il cellulare al cliente per impedirgli di chiamare i carabinieri e averlo minacciato di fargli sparare dal marito, ha preteso prima i soldi che aveva nel portafoglio (85 euro) facendogli infine prelevare al bancomat altri 500 euro a titolo di ‘risarcimento’. L’uomo, un 40enne della provincia di Parma, è riuscito a richiamare a gesti l’attenzione dei carabinieri di passaggio vicino allo sportello automatico: la donna- 20 anni domiciliata a Corniglio, nel parmense- è stata prima denunciata dal malcapitato e poi arrestata in flagranza per estorsione. Il cliente aveva abbordato la giovane prostituta la scorsa notte lungo la Via Emilia, del comune di Sant’Ilario d’Enza, nel reggiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com