Regionali. Meloni a Salvini: Sulla Toscana dobbiamo rivederci

Archiviate le elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria ora inizia la corsa per definire alleanze e indicare i nomi dei governatori candidati per le prossime regionali. Il Pd sembra aspettare gli Stati Generali del M5S per valutare la possibilità di riproporre a livello locale l’alleanza, già bocciata in Umbria, che sostiene il governo Conte, ma senza Italia Viva. Per il centro destra, invece, acque agitate dopo gli incontri delle settimane scorse per definire i canditati governatori. Alcuni accordi sembravano essere già blindati ma sembra che qualcosa possa cambiare soprattutto per alcune recriminazioni targate Lega. Un rimescolamento delle carte che non piace a Giorgia Meloni che ospite di ‘Radio24’, parlando delle indiscrezioni su frizioni con Matteo Salvini sulle prossime regionali, a cominciare da Campania, Toscana e Puglia, avvisa il segretario della Lega. “Ci dobbiamo vedere con Salvini. Sono stati stipulati dei patti. E i patti, per me, non c’è bisogno di rimetterli in discussione. Noi li rispettiamo”. Ma è soprattutto la Toscana a far infuriare la leader di Fratelli d’Italia. “Il nome di Susanna Ceccardi”, europarlamentare della Lega come candidata governatrice della Toscana, “è stato citato dalla stampa, ma onor del vero non è mai stato fatto tra di noi”, dice la Meloni. “Abbiamo delle idee, di nomi ne sono stati fatti tanti, quello della Ceccardi è nel novero delle possibilità, ma non è stato definito nulla. La Toscana è una delle Regioni per le quali bisogna rivedersi, è rimasta aperta”. E aggiunge. “Escludo che Salvini abbia fatto patti con Renzi per regalargli la Toscana. Sono ricostruzioni giornalistiche” conclude la Meloni

Circa redazione

Riprova

Vaccini: Moratti, ripartizione anche in base a Pil Regione

Contributo che le Regioni danno al Pil, mobilità, densità abitativa e zone più colpite dal …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com