Regionali. Il centrodestra conquista l’Abruzzo: Marsilio verso la presidenza. Crolla M5S

Il centro destra si appresta a vincere le elezioni regionali in Abruzzo. Secondo i primi dati ufficiali Marco Marsilio, collegato alla lista di centrodestra, è dato al 48,9%. Secondo il candidato del centro sinistra Giovanni Legnini, distanziato di venti punti percentuali, fermo al 28%. Il Movimento 5 Stelle deve accontentarsi del terzo posto che con Sara Marcozzi dovrebbe attestarsi sul 20% dei voti. Una vera debacle, questa, per i pentastellati che perdono più del 50% rispetto alle elezioni politiche dello scorso 4 marzo. Ultimo il candidato di Casa Pound, Stefano Flajani.

Secondo i dati ufficiali di Swg/La7 il margine di errore sarebbe talmente basso, una forbice compresa tra l’1,5 e 2 per cento, che si può dire che la regione Abruzzo sarà ufficialmente governata da Marco Marsilio che guida una coalizione di centro destra.

Un voto che potrebbe riscrivere la geografia politica nel centro destra, con una Lega data come primo partito, con ripercussioni anche sul governo nazionale.

Secondo i dati del ministero dell’Interno, si registrerebbe un calo dell’affluenza rispetto alle precedenti Regionali: a votare infatti nella giornata di domenica circa il 52% degli aventi diritto, contro il 60% del 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com