Reddito di Cittadinanza, il tiro mancino della Lega

Con il testo dell’ormai famoso decretone arrivato alla commissione del Senato, emerge che le modifiche proposte sarebbero state più di mille. Tra la più rilevanti quella proposta dalla Lega che interessa il Reddito di Cittadinanza.

Un anno di servizio civile obbligatorio per le persone che fanno richiesta per il Reddito di Cittadinanza. È questa la modifica richiesta dalla Lega al provvedimento bandiera degli alleati di governo che non avrebbero apprezzato l’ingerenza del Carroccio sulla questione. L’anno di servizio civile sarebbe obbligatorio, stando alla proposta della Lega, per le persone di età compresa tra i 18 e i 28 anni e che non

Sempre dalla Lega e sempre sul Reddito di Cittadinanza arriva la proposta di controllare in maniera capillare le persone che ufficializzano il divorzio prima di richiedere il contributo statale. Le persone che hanno divorziato dal primo settembre e che fanno richiesta per ottenere il Reddito di Cittadinanza dovranno dimostrare di non essere conviventi. In tal senso servirà una certificazione rilasciata dalla Polizia Municipale.

La notizia arriva in un momento particolarmente delicato per il governo, con i risultati delle regionali in Abruzzo che hanno spostato l’ago della bilancia del governo, che ora pende dalla parte della Lega in maniera decisamente netta. I rapporti sono inoltre complicati dalla pubblicazione dell’analisi costi-benefici relativa alla Tav che conferma la posizione del Movimento Cinque Stelle, fortemente contrario alla realizzazione dell’opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com