Rapina in villa a Lanciano: arrestati 3 rumeni

Tre persone sono state arrestate per la rapina nella villa di Carlo Martelli e Niva Bazzan avvenuta nella notte tra sabato e domenica a Lanciano. I carabinieri hanno fermato tre romeni, che stavano per partire con l’auto usata per l’assalto alla villa. Avevano addosso circa 3.400 euro frutto dei prelievi al bancomat dopo aver sottratto le carte di credito alla coppia di coniugi aggredita.

Secondo gli investigatori, i tre potrebbero costituire il braccio operativo della banda, mentre si sta stringendo il cerchio attorno a una quarta persona, un italiano, che potrebbe essere la mente a capo del sodalizio. La svolta alle indagini sarebbe stata la testimonianza di un uomo vittima della banda nei mesi scorsi. “Anche se ho visto solo occhi dietro un cappuccio e voci, tutto combaciava: il capo forse è un pugliese e gli altri sono dell’Est Europa”, dice il commerciante Massimiliano Delle Vigne ricordando il pestaggio subìto nella sua villa a Santa Maria Imbaro.

I carabinieri e la polizia di Lanciano hanno dato il via a una massiccia operazione per arrestare altri malviventi coinvolti nella rapina. Decine di uomini hanno circondato una palazzina in corso Roma, nel cuore della città abruzzese, dove abita una famiglia di romeni che potrebbe avere preso parte alla vicenda. Gli sviluppi dell’indagine sono stati accelerati in nottata a seguito di alcuni riscontri investigativi.

Circa redazione

Riprova

Mafia: operazione “Agora’” a Catania e Siracusa, 56 arresti

Una vasta operazione antimafia in Sicilia, denominata “Agora’”, ha portato all’arresto di 56 persone. Su …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com