Quota 100. Conte a Renzi: “Pilastro della Manovra economica votata da tutti”

Botta e risposta tra Matteo Renzi ed il premier Giuseppe Conte su Quota 100. “Quota 100 c’è ed è un pilastro della Manovra. Tutte le forze politiche lo hanno accettato. Poi capisco che una misura possa piacere di più o di meno”.  “C’è un iter parlamentare e dobbiamo rispettare le opinioni ma confido da presidente del Consiglio che questa Manovra mantenga la sua coerenza intrinseca”.

“Ridurremo le commissioni sui pagamenti digitali e porteremo la soglia del contante da 3 a 2mila euro: non mi sembra che significhi criminalizzare nessuno”. Lo ha detto Giuseppe Conte, presentando la Manovra e ribadendo che “quota 100 resta, è un pilastro della legge”. Sull’uso del contante il premier ha spiegato. “Si parla di un’economia sommersa fino a 100 miliardi. Si può o criminalizzare le persone o incentivare alcune misure per farla emergere”. Sul sommerso “non dico di recuperare tutto ma anche solo una parte, di realizzare le premesse concrete, non gli slogan, per far pagare a tutti i cittadini meno. Questa e’ l’unica via credibile e seria che la politica può far seguire per far pagare meno tasse ai cittadini. Come agire? O criminalizzando le persone oppure incentivando attraverso vari strumenti affinché l’economia sommersa emerga. Abbiamo scelto questa seconda strada”.

“Portare la soglia del contante da 3mila a 2mila euro non mi sembra un messaggio di criminalizzazione nei confronti di qualcuno. Se arrotolate le banconote per duemila euro si gonfia notevolmente la tasca. Non stiamo svantaggiando nessuno. Avranno incentivi i pagamenti elettronici, non criminalizziamo gli altri. Chi usa contante non subirà nessuna conseguenza negativa, continuerà a farlo”, ha spiegato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com