Quirinale, M5S e Sel: “Rodotà senza sè e senza ma”

I primi commenti a caldo, dopo il flop di Marini, arrivano dai grillini che si preparano alla votazione delle 15.30. Intervistati dai nostri colleghi a Roma, hanno dichiarato che il loro candidato è Rodotà. A rispondere alle domande dei giornalisti, fuori palazzo Montecitorio, è il grillino Roberto Fico che ha affermato: “Per noi il candidato è Rodotà senza sè e senza ma”. Anche il capogruppo al Senato, Crimi, ha dichiarato, a margine della prima votazione, per la scleta del nuovo Capo dello Stato: “Rodotà è stato votato non solo dai nostri candidati ma anche da altre 80 persone, quindi è un segno forte che è una persona di alto profilo”. Cosi’ Vito Crimi del M5S a parlato al TgLa7. ”Rodotà non è un candidato del M5S potrebbe essere un presidente di tutti – continua ancora il capogruppo dei grillini a palazzo Madama – quindi non vedo perchè non potrebbe essere accolto dal Pd. Chi vuole Rodotà lo voti perché lo ritiene un buon presidente della Repubblica e non perché ciò consente altre manovre, perché altrimenti entriamo nella logica dell’accordo che a noi non ci compete e che vogliamo scardinare. L’elezione del presidente della Repubblica non deve essere uno scambio per altre cose”. “Rodotà è primo dei candidati individuati disponibile dalla rosa e in questo momento tocca a lui, perché dobbiamo fare un altro nome?. Spieghino a noi e ai suoi elettori perché il Pd dice no a Rodotà prima di chiederci altre proposte. Infine dice Crimi: “Dobbiamo rispondere ai nostri iscritti, prima di tutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com