Quirinale, Fo dice no ma consiglia a Grillo di ‘programmare’ con il Pd

Il premio nobel per la letteratura Dario Fo declina l’invito di Beppe Grillo, che lo vuole al Colle.  “Non farò il Presidente della Repubblica. Ho 87 anni, tanti impegni: l’Accademia di Brera a Milano, il teatro, i libri”, dice Fo ai microfoni di Agr, ma  avanza un suggerimento a Grillo sull’ipotesi di un’alleanza del Movimento 5 Stelle con il centrosinistra: “Non parlerei di ‘alleanze’ ma di ‘progetti’. Come sta succedendo in Sicilia, il Movimento 5 Stelle può e deve dare un sostegno, se il progetto e’ condivisibile”. “Per governare insieme prima si devono affrontare alcuni punti, uno fra questi il conflitto d’interessi, e allora succederebbe quello che accade già in Sicilia, dove il Pd e il M5s su alcuni temi stanno lavorando insieme con grande vantaggio”, aggiunge il Premio Nobel per la Letteratura Dario Fo, parlando a Otto e mezzo, su La7. Le due forze politiche “non vogliono sicuramente allearsi, ma su alcuni principi e programmi potremo lavorare insieme”. “E’ una questione di volontà e – sintetizza rifacendosi alla sua storia di uomo di teatro – soprattutto bisogna provarle insieme le cose. Bisogna andare in scena, come in teatro. E io so – assicura Fo, considerato da Grillo il candidato ideale al Quirinale – che Beppe ci sta”.

 

Circa redazione

Riprova

Sicilia, Bilancio. Caronia: “Musumeci ha fallito. Nessuna attenzione per deboli e famiglie, nessun intervento per Palermo”

Marianna Caronia è stata  fra i 10 deputati che hanno votato contro il bilancio della …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com