Qualificazione mondiale: Italia ad un passo dal raggiungimento del traguardo

Collegamento dallo stadio Renzo Barbera di Palermo, tutto pronto per la gara tra gli azzurri e la Bulgaria valevole per la qualificazione ai mondiali del 2014 che si disputeranno in Brasile. L’Italia parte con Buffon tra i pali, Abate a destra e Bonucci sull’altro versante. Centrali Antonelli e Chiellini. In seconda linea Pirlo in cabina di regia con De Rossi e Candreva a supporto. Thiago Motta a destra a supporto di Insigne e Gilardino. Di contro una Bulgaria ‘abbottonata’ che aspetta gli azzurri per ripartire con veloci contropiede. Lorenzino Insigne parte dal primo minuto, lo ‘scugnizzo’ ha convinto Prandelli, grande chance per l’attaccante del Napoli. I primi minuti scorrono senza grosse emozioni. L’Italia preferisce di non attaccare a testa bassa per evitare di scoprirsi, gli esterni bulgari sono velocissimi. Al 18′ Insigne serve Pirlo, la conclusione del ‘cervello’ della nazionale è però alta. Primo tentativo, il fortino della Bulgaria tiene. Al 20′ la risposta degli ospiti sull’asse Tonev-Popov con il secondo che impegan Buffon. Prandelli da indicazioni ad Insigne. Il peperino deve cercare l’uno contro uno. Al 23′ ci prova De Rossi con esito negativo. Gli ultimi minuti del primo tempo sono tutti dell’Italia che al 38′ passa. Gilardino raggiunge Bettega con 19 reti. Candreva dalla sinistra, la punta non perdona e di testa batte Mihaylov.  Se l’Italia dovesse battere la Bulgaria si ritroverebbe al primo posto con 17 punti, ben sette dalla seconda e vale a dire la stessa Bulgaria a tre giornate dal termine del girone di qualificazione. Il secondo tempo si apre sempre con gli azzurri che hanno il pallino del gioco.  Al 15′ la Bulgaria fa passare quattro minuti di fuoco agli azzurri. Gli ospiti reclamano un gol, deviazione in porta di Thiago Motta, che non viene convalidato: Il successivo replay conferma che non era affatto rete. Non finsce qui: tre azioni da rete in 45 secondi con Buffon che compie due miracoli, ultima conclusione di Nedelev di un soffio fuori. Al 62′ Antonelli cade male si fa male, al suo posto Astori. Al 64′ Giaccherini per Insigne. Il Lorenzo napoletano non ha brillato ma si è reso untile per la causa. Al 68′ Pirlo, da calcio di punizione, mette in difficoltà il pipelet bulgaro. Al 73′ pasticcio della difesa bulgara, ne approfitta Gilardino ma la sua conclusione è respinda da un difensore. All’80’ entra Maggio al posto di Abate. I minuti scorrono con le due squadre che cercano il gol, l’Italia pr chiudere la gara i bulgari per un punto prezioso in classifica. Triplice fischio finale, dopo 4 minuti di recupero, il forcing finale non produce risultato ma qualche spavento per gli azzurri. La Bulgaria cede l’intera posta in palio all’Italia che vede molto vicino il passaggio del turno e prepara le valigie per il Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com