Provolone del Monaco Dop: ad Agerola domani la conclusione

AGEROLA. Si conclude domani,  13 gennaio,  ad Agerola, l’undicesima edizione del ‘Gran Galà’ dedicato al pregiato formaggio prodotto nel territorio dei Monti Lattari e della penisola sorrentina.

L’evento coincide con il primo significativo appuntamento locale, programmato in questo inizio dell’anno dedicato al cibo, come è stato denominato il 2018.

L’evento di chiusura ufficiale degli incontri dedicati al tipico formaggio stagionato a denominazione di origine protetta, simbolo regionale della Campania, conosciuto ed apprezzato nel Mondo, si svolgerà nel centro della nota cittadina che si trova in zona alta e particolarmente salubre, ai confini tra la Penisola sorrentina e la Costiera amalfitana delle quali è prodotto simbolo ed altamente rinomato.

Il dilagante successo del Provolone del Monaco è da attribuire anche all’interesse sollecitato dalle squisite proposte culinarie elaborate da noti chef di eccellenza che lo vedono protagonista nelle carte delle più prestigiose location, in primis le pluristellate, a guida del gusto campano nel mondo, incominciando dal top dei ristoranti di lusso a giudizio della clientela del Pianeta: il Don Alfonso 1890 di Sant’Agata sui due Golfi, con la grandiosa Brigata dello chef Ernesto Iaccarino. Proseguendo con la Torre del Saraceno dello chef Gennaro Esposito, il Quattro Passi dello chef Antonio Mellino ed il Danì Maison dello chef Nino Di Costanzo.

Come da programma, sabato alle ore 18 nella ‘Sala polifunzionale Monsignor Andrea Gallo’, avranno inizio i lavori del convegno ‘Il Provolone del Monaco Dop, identità di un territorio’. Saranno protagonisti i caseifici campioni del 2017 nelle varie categorie in concorso, incominciando dal caseificio Perrusio, primo nella classifica del trofeo ‘Fernando De Gennaro’.

L’incontro fornirà l’occasione per conoscere i particolari e soprattutto i numeri in confortante escalation, che contraddistinguono l’attuale produzione dei consorziati, registrati grazie all’aumento della richiesta di questo squisito prodotto, supportato dal suo inserimento in quantità sempre maggiore, in un numero costantemente crescente di piatti e pizze. L’alto gradimento del sapore del tipico provolone del Monaco ne suggella il successo tra i consumatori, anche questi decisamente in aumento sul territorio nazionale ed oltre confine, con rosee prospettive per l’economia territoriale.

Il convegno in calendario sabato intende dare adeguato rilievo anche agli allevatori che rendono disponibile il latte di qualità, ovvero la materia prima per la produzione del Provolone del Monaco Dop, unico nel suo genere ed autentico tesoro della Campania.

Verranno inoltre attribuiti i riconoscimenti per il premio ‘Andrea Buonocore’, una piccola ma significativa onorificenza che viene riconosciuta agli allevatori che, nel corso dell’anno 2017, si sono distinti nella tutela e nella salvaguardia del bovino di razza agerolese. Gli esemplari femmina di tale razza sono infatti indicati specificamente come  gli unici destinatari della produzione di latte accreditato per la produzione del caratteristico formaggio di alta qualità tipico. Fondamentale è l’osservanza dei parametri, proprio a partire dal latte impiegato, per garantire l’originalità del formaggio, la sua pastosità caratteristica, l’eccellente gusto, la particolare consistenza, la giusta sapidità, l’idonea stagionatura.

A conclusione, avrà luogo la tradizionale  degustazione del rinomato Provolone del Monaco Dop, che sarà ancora protagonista. In abbinamento, anche altre caratteristiche eccellenze e produzioni tipiche gastronomiche del territorio di Agerola, il tutto accompagnato da buon vino.

Teresa Lucianelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com