Prove su prostituzione ad Arcore

MILANO. Nel processo d’appello per il caso Ruby ‘bis’ si sono incontrati “una confluenza di elementi di prova  assolutamente compatti e di univoco significato sul carattere remunerativo delle prestazioni, che in vario modo le ospiti ad Arcore offrivano a Berlusconi, e della natura di tali prestazioni”,  si legge nelle motivazioni del processo d’appello per Fede, Mora e Minetti depositate.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com