ProgettoItaliaNews, il Cad e l’Ambasciata di Francia in Italia per ‘Je Suis Amatrice’

Per l’Ambasciatore di Francia in Italia (Roma)

Per l’Addetto Culturale dell’Ambasciata di Francia in Italia

Nell’immagine, intitolata ‘Séisme à l’italienne’ (Terremoto all’italiana) le vittime del terremoto che ha sconvolto il nostro Paese vengono paragonate a tre piatti tipici della nostra cultura: ‘Penne all’arrabbiata’, illustrato con un uomo sporco di sangue; ‘Penne gratinate’, con una superstite coperta di polvere; mentre le lasagne sono strati di pasta alternati ai corpi rimasti sotto alle macerie. La  vignetta  di Charlie Hebdo sul terremoto che ha massacrato  il centro Italia ha scatenato rabbia e risentimento ma  è stata solo una indegna provocazione che rifugge qualsivoglia scopo,  sia esso politico, polemico o morale. Una vignetta spazzatura, crudele e insensibile.  Un gigantesco nulla, inutile e sgradevole.  Ancora non riusciamo a capire cosa voleva prendere di mira la vignetta ma riusciamo a capire lo sconcerto del popolo italiano. Charlie Hedbo ha offeso tante persone senza scopo, ha dileggiato la terribile scomparsa di molte vittime e intere comunità. Le sue vignette hanno ferito con le sue immagini molte persone.  Come giornalista ovviamente difendo con tutte le mie forze il concetto di libertà di espressione, ma difendo il mio diritto di dissentire da tali ed inutili espressioni che   senza scopo offendono tante persone.   Il giornale satirico ha incontrato non il concetto astratto di morte, bensì bambini, donne, uomini, chiusi nelle bare e nemmeno sepolti, violando l’intimità del sacro tutelata da ogni civiltà. Il tratto becero delle vignette di Charlie Hebdo riguardanti il terremoto del 24 agosto non mette in gioco la tolleranza   e   la libertà di espressione.  Le vignette sul terremoto sono state l’equivalente del vilipendio dei corpi delle vittime e del disprezzo del dolore di chi è rimasto in vita.  La diplomazia francese si è dissociata da queste indegne manifestazioni di stampa. La   tragedia di Amatrice e dintorni entra in un territorio dove  non c’è margine per lo scherzo ma  dove c’è solo spazio per la solidarietà.   Il disegno pubblicato da Charlie Hebdo non rappresenta assolutamente la posizione della Francia,  si legge in una nota dell’ambasciata francese a Roma, che sottolinea che il terremoto del 24 agosto è un’immensa tragedia e rinnova le condoglianze alle autorità e al popolo italiano, al quale ha offerto il suo aiuto. Parole decorose e di grande importanza considerato che ogni cosa è al tempo stesso superficie e simbolo ed ogni cosa emana simboli ed allegorie. ProgettoItaliaNews ed il Cad (Centro ascolto del disagio)  vogliono cucinare l’Amatriciana per assoluta condivisione della tragedia che ha colpito il centro Italia,  ben allineati alla posizione forte dell’Ambasciata Francese in Italia.  Non sfuggirà che il Comune di Amatrice ha depositato questa mattina, presso la procura del tribunale di Rieti, una denuncia-querela per diffamazione aggravata relativa alla vicenda delle vignette pubblicate dal periodico francese Charlie Hebdo. Il periodico francese Charlie Hebdo, nella prima vignetta dedicata al terremoto del centro Italia, secondo quanto espongono nella querela i legali del Comune di Amatrice, aveva raffigurato le vittime del sisma in modo tale da somigliare a degli stereotipati piatti della tradizione culinaria italiana, mentre una seconda vignetta ‘aveva attribuito la colpa della devastazione del centro Italia alla mafia’. Si tratta di un macabro, insensato e inconcepibile vilipendio delle vittime.

Andrea Viscardi

(Direttore responsabile ProgettoItaliaNews e Direttore generale delle comunicazioni e relazioni istituzionali del Cad)

Ing. Gerardo Rosa Salsano (Presidente del Cad Nazionale)

Si ringrazia l’artista Gilberto Di Benedetto per la raffigurazione delle bandiere dell’Italia e della Francia condivise da un piatto di amatriciana ( Je Suis Amatrice)

 

cad-220                                                listener

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com