Progettava furto salma Enzo Ferrari, banda era già pronta

La banda, sgominata fra la Sardegna ed il nord Italia, era dedita anche a reati contro il patrimonio ed alle estorsioni. Progettava, infatti, secondo quanto hanno accertato gli inquirenti, anche il furto, a scopo di ricatto, della salma dell’ingegner Enzo Ferrari, sepolta nel cimitero monumentale di Modena.

A questo scopo erano già stati effettuati anche diversi sopralluoghi, ed erano state inoltre definite, fra alcuni componenti, le modalità di custodia della salma e di gestione dei contatti con i familiari. Un disegno criminale impedito dai servizi mirati e preventivi coordinati dal Nucleo investigativo dei Carabinieri di Nuoro ed effettuati in collaborazione con la Compagnia dell’Arma di Modena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com