Processo per l’omicidio di Elena Ceste, chiesti 30 anni

ASTI. E’ ripreso ad Asti il processo, a porte chiuse e con rito abbreviato, nei confronti di Michele Buoninconti. Il vigile del fuoco è accusato dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della moglie, Elena Ceste. Il pm, Laura Deodato, davanti al giudice Roberto Amerio, ha chiesto 30 ann di carcere. In aula, anche i genitori di Elena, Franco e Rita, insieme ai loro legali, Deborah Abate Zaro e Carlo Tabbia. Buoninconti è difeso dagli avvocati Enrico Scolari e Giuseppe Marazzita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com