PRÊT À PARTERRE: DI MODA IN MODI AL SAN CARLO

Il Teatro di San Carlo rende omaggio al suo pubblico con PRÊT À PARTERRE: DI MODA IN MODI AL SAN CARLO: una mostra e una pubblicazione fotografica inedita – a cura di Emmanuela Spedaliere, Giovanna Tinaro e Giusi Giustino – dedicate agli spettatori che, negli anni, hanno animato il Teatro.

In una prospettiva ribaltata, in cui è il Teatro a guardare ai propri spettatori, il pubblico del San Carlo diventa, infatti, protagonista assoluto di un racconto per immagini che – dopo la mostra allestita (fino al 30 settembre 2022) negli spazi del MeMus, all’interno del Palazzo Reale di Napoli – diventa oggetto di una pubblicazione speciale che il Teatro dedica ai suoi spettatori.

Questa narrazione visiva parte per lo più dagli anni Cinquanta del Novecento e arriva fino alla contemporaneità; si snoda attraverso fotografie, libretti, biglietti, abbonamenti, oggetti vari, abiti e accessori, ma anche testimonianze dirette del pubblico di oggi.

Oltre alle fotografie d’epoca e ai ritratti del pubblico degli ultimi anni, non mancano alcuni storici scatti dell’Archivio fotografico “Riccardo Carbone”, partner nell’ambito della fitta rete istituzionale attivata sul progetto, nella quale trova posto anche il Museo della Moda di Napoli – Fondazione Mondragone – Museo del tessile e dell’abbigliamento “Elena Aldobrandini”.

A partire da venerdì 13 maggio 2022, negli spazi del Teatro di San Carlo, in occasione della Prima Italiana dello spettacolo 7 deaths of Maria Callas con Marina Abramović, sarà possibile consultare in anteprima il catalogo del progetto Prêt à parterre, in uno speciale speciale formato big sized.

Questa sarà l’occasione di rivedersi negli scatti scelti per la pubblicazione o di riconoscere amici, parenti o conoscenti e, per chi lo desiderasse, di segnalarci anche quale didascalia mancante, per aiutarci a ricostruire questo grande ritratto del nostro amato pubblico.

Inoltre – inviando un’email all’indirizzo biglietteria@teatrosancarlo.it oppure scrivendo a shop@teatrosancarlo.it – sarà possibile prenotare una copia del catalogo, al prezzo di 48 euro.

Abito questo teatro da oltre vent’anni – racconta la direttrice generale Emmanuela Spedaliere – e sono stata testimone di oltre quattromila alzate di sipario. Sotto i miei occhi un pubblico di appassionati e non, di ogni età e provenienza. Ogni volta ho assistito alla funzione che il pubblico svolge in un luogo in cui si possono recitare regole sociali e valori. E accanto al rito ho visto riflesse, all’interno della platea, le abitudini della società rappresentata: in scena tutti, come attori di un’opera che si svolgeva dall’altra parte del palcoscenico. Frequentare l’opera ha un significato diverso rispetto alle altre forme d’arte: è un’esperienza emozionale ma anche sociale. Il teatro d’ opera nella storia è sempre stato strettamente connesso alla moda. A teatro come al cinema, i registi e i costumisti hanno da sempre decretato mode e modi di essere nella società reale”.

Vi aspettiamo a Teatro… da protagonisti!

(nella foto: il pubblico del Teatro di San Carlo alla Prima di Otello alla presenza del Presidente dellla Repubblica, Sergio Mattarella – 21 novembre 2021 – dal catalogo Prêt à parterre: di moda in modi al San Carlo)

È possibile visitare il MeMus, Museo e Archivio Storico del Teatro di San Carlo:

lunedì, martedì, giovedì, venerdì e sabato 9.30 – 13.00 / 14.00 – 18.00 | Domenica 9.30 – 15.00

chiuso il mercoledì – Ingresso: 3 euro

Info e prenotazioni T. 0817972412

Email: visiteguidate@teatrosancarlo.it

Circa Redazione

Riprova

Jerusalem Romeo Juliet al Teatro Vascello. Regia di Fabio Omodei, 3 e 4 giugno

La Storia d’amore tra un Cristiano ed una Musulmana. Così Il regista Fabio Omodei torna in scena con Jerusalem …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com