‘Portami a casa di qualcuno’, al Brancaccino di Roma

Inizia la stagione 2015/16 del Brancaccino di Roma con un tema preciso che è quello del ‘racconto’ e ci sarà ampio spazio quindi verso compagnie e spettacoli che prediligono la qualità della scrittura che altrimenti non lo troverebbero in altre sale teatrali. Apre la stagione ‘Portami a casa di qualcuno’, in scena da 22 al 25 ottobre prossimi, con la regia di Massimo Odierna. In scena Diletta Acquaviva, Vincenzo d’Amato, Matteo Muriello, Massimo Odierna, Maria Piccolo e Sara Putignano. Scritto e diretto da Massimo Odierna, ‘Portami a casa di qualcunoì, è ambientato in un bus notturno fermo al capolinea in attesa dell’orario di partenza, che diviene luogo d’incontro per una serie di personaggi dalle tinte grottesche. Questa ‘gente della notte’ per scelta o per ventura, si ritrova in un fragile, effimero rifugio in fuga dallo spaventoso mondo di fuori, dalla propria misera esistenza, o dai fantasmi dei propri sogni che rischiano di trasformarsi in incubi. Leggerezza e ferocia, ironia e disperazione si alternano sulla scena trascinando il pubblico con sé in un’esperienza vicina all’happening dal finale inatteso. Portami a casa di qualcuno è la storia di un ‘viaggio’, di un bisogno di evasione dalla quotidianità fatta di nevrosi, solitudini, alienazioni, paure e fobie. Una drammaturgia pensata per l’azione scenica, dove protagonisti sono i rapporti, le tensioni, il tentativo spesso vano di comunicare, la dimensione estrema e paradossale dell’esistenza, l’assurdo. La scena è ambientata in un bus, luogo di incontro e di transito, nel quale i personaggi, loro malgrado, sono costretti a confrontarsi trasformando una notte come tante in una notte di ordinaria follia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com