Pordenonelegge 2021: Inizia il viaggio nella cultura con Omero, Virgilio e Penelope

Prende il via il 15 settembre la 22esima edizione della Festa del Libro con gli Autori ‘Pordenonelegge 2021’. Quest’anno si riparte “dal mare, dal tempo”, ovvero dagli antichi che, parlandoci attraverso i libri, generano la sensazione di sentire davvero la loro voce e percepire la loro umanità. E ci sarà un parterre de roi: Omero, Virgilio, Circe, Penelope, Arianna, cinque figure dell’antichità classica e mitologica.

“Cinque icone ancora oggi immerse nella nostra cultura – dice Gian Mario Villalta, direttore artistico di Pordenonelegge – da interrogare per sentire cosa tramandano dal loro tempo remoto, e cosa affiora da quel mare che, in passato, ha diviso e insieme unito i popoli”. Pordenonelegge sarà ricco di sorprese a partire dal programma Rai Radio3 ‘Tutta l’umanità ne parla’ con la partecipazione degli autori Edoardo Camurri e Pietro Del Soldà. Il festival del libro quest’anno sarà ‘itinerante’ e per la prima volta diventeranno protagoniste anche due città di mare, Trieste e Lignano, unite con un filo rosso con Pordenone. Si inizia il 15 settembre dal capoluogo alle 18.30 con i saluti istituzionali al Teatro Verdi per poi iniziare un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso cinque “interviste impossibili”, cinque conversazioni fra passato e presente, con uno sguardo al futuro che stiamo costruendo.

A Pordenone Edoardo Camurri e Pietro Del Soldà dialogheranno con Omero, Virgilio e Circe, che risponderanno con le voci di Giulio Guidorizzi, Nicola Gardini ed Eva Cantarella. Poi si passa alla Terrazza a Mare di Lignano Sabbiadoro dove si incontrerà Arianna, che avrà la voce e il volto di Iaia Forte. Ascolteremo la sua storia e l’intervista curata da Alberto Garlini sulle note del sax di Angelo Di Giorgio. Contemporaneamente, a Trieste, nel salone di Eataly, l’attrice Teresa Saponangelo – reduce, come Iaia Forte, dalla Mostra del Cinema di Venezia – sarà Penelope e ci racconterà della sua vicenda, prima dell’intervista curata da Valentina Gasparet e accompagnata dal sax di Gabriele Barbetti. Le tre sedi saranno collegate in diretta.

Pordenonelegge 2021 è in programma dal 15 al 19 settembre 2021: è la 22^ edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana. In programma ci sono oltre 250 eventi e 500 protagonisti italiani e internazionali che si avvicenderanno in 5 giorni e in 10 città – oltre a Pordenone, Trieste e Lignano anche Azzano Decimo, Casarsa della Delizia, Cordenons, Maniago, Sacile, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo – con 45 prime editoriali e oltre 70 video dirette e video differite per tutti, online in un clic sulla PNlegge TV, per seguire ogni giorno in presa diretta la Festa del Libro, anche da remoto, grazie al supporto di Videe.

La 22° edizione di Pordenonelegge sarà promossa a livello globale e rilanciata, nel corso del festival, attraverso 42 sedi. La Festa del Libro diventa riferimento, con i suoi protagonisti e le sue novità, per i navigatori di tutto il mondo. Hanno aderito finora le sedi degli Istituti Italiani di Cultura di Abu Dhabi, Addis Abeba, Algeri, Amburgo, Atene, Barcellona, Beirut, Belgrado, Berlino, Bratislava, Bruxelles, Bucarest, Buenos Aires, Cordoba, Cracovia, Dublino, Edimburgo, Haifa, Helsinki, Hong Kong, Il Cairo, Lione, Lisbona, Londra, Madrid, Marsiglia, Melbourne, Montevideo, Monaco di Baviera, Montreal, Mosca, Mumbai, Nairobi, Pechino, Rabat, San Paolo, Seoul, Sydney, Sofia, Stoccarda, Toronto, Tunisi.

La manifestazione è stata promossa dalla Fondazione Pordenonelegge presieduta da Michelangelo Agrusti, curata da Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, pordenonelegge 2021 è realizzato in collaborazione con la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, la Camera di Commercio di Pordenone – Udine, il Comune di Pordenone, Fondazione Friuli, Cinemazero e Crédit Agricole FriulAdria. Dettagli e programma su pordenonelegge.it

Ma Pordenonelegge non si ferma solo a questo. Al centro del suo cartellone ci sarà l’Agenda 2030 e quindi i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite che faranno diventare la kermesse anche ambasciatore di sensibilizzazione per la sostenibilità. Gli incontri del cartellone di Pordenonelegge 2021 che si collegheranno agli Obiettivi 2030 sono 200 e saranno affrontati temi come la riduzione delle diseguaglianze, l’impegno contro il cambiamento climatico, produzione e consumo sostenibile, l’istruzione, città inclusive, promozione di società pacifiche e istituzioni efficaci. Fra le voci in frontline nel percorso sostenibilità di pordenonelegge ci sono anche Lilian Thuram, Zerocalcare, Pif, Tito Boeri, Andrea Segre’, Eliana Liotta, Davide Rondoni, Massimiliano Ossini, Cinzia Scaffidi, Lorenzo Marone, Daniele Zovi, Sergio Bellucci, Flavio Valeri, Paolo Baratta e tanti altri.

Grande spazio nei giorni della manifestazione sarà dato all’attualità attraverso tavole rotonde su economia, filosofia, politica, arte e spettacolo. Saranno presenti Gennaro Sangiuliano, Massimo Recalcati, Toni Capuozzo, Gustavo Zagrebelsky, Flavio Caroli, Milo Manara, Luca Palamara, Alessandro Sallusti, Elena Cattaneo, Federico Taddia, Marino Niola, Guido Tonelli, Elisabetta Moro, Eliana Liotta, Andrea Moro, Giorgio Vallortigara, Pier Luigi Rossi, Mauro Magatti, Maurizio Ferraris, Luigi Zoja, Pier Aldo Rovatti, Armando Massarenti, Tullio Pericoli.

Nella serata inaugurale si intrecceranno poesia e letteratura celebrando, innanzitutto, il centenario di Andrea Zanzotto. Si parte mercoledì 15 settembre alle ore 21 allo Spazio Ellero con l’incontro Zanzotto 100, dedicato all’eredità poetica del Maestro, un gioco inventato da Andrea Cortellessa con 16 poeti, quattro per ogni partita, che in modi diversi hanno attraversato l’eredità di forma e di pensiero del poeta di Pieve di Soligo. A Pordenone parteciperanno Stefano Dal Bianco, Giovanna Frene, Nicola Gardini e Marco Munaro ed è prevista la presenza della vincitrice della 49°del Premio Campiello, Giulia Caminito. Sono previsti tre libri in uscita a Pordenonelegge per ricordare Zanzotto e ricomporne l’identità artistica.

A pordenonelegge il Maestro del romanzo storico Fernando Aramburu sarà insignito del Premio Crédit Agricole FriulAdria La storia in un romanzo, e su questi temi dialogherà con il curatore Alberto Garlini. E’ prevista la presenza di diversi autori stranieri tra cui spiccano i nomi di Kazuo Ishiguro, Premio Nobel per la Letteratura 2017 al festival con “Klara e il sole” in dialogo con lo scrittore Marco Balzano e dello statunitense Peter Cameron che presenterà in anteprima “Anno bisestile”, in dialogo con il critico Masolini D’Amico. E poi lo scienziato genetista inglese Kevin Davies autore del saggio sull’editing del DNA “Riscrivere l’umanità. La rivoluzione CRISPR e la nuova era dell’editing genetico”, l’ex calciatore Lilian Thuram con il libro dedicato alla questione razziale “Il pensiero bianco”. Prevista la presenza della britannica Graeme Armstrong, dell’egiziana Nadia Wassef, di Evgenij Vodolazkin, dell’autore olandese – iraniano Kader Abdolah. I colori italiani saranno rappresentati da Melania Mazzucco, vincitrice del 2° Premio Letterario FVG, Alessandro Piperno, Edoardo Albinati, Vittorino Andreoli, Federico Rampini, Antonella Viola, Oscar Farinetti, Emanuele Trevi, Mauro Covacich, Daria Bignardi, Giuseppe Culicchia, Michele Serra, Lidia Ravera, Ilaria Tuti.

A Pordenonelegge si torna a scuola: sono previsti 48 appuntamenti in una grande ‘aula’ per ripartire fra letture e dialoghi animati spaziando tra Dante e Boccaccio, Manzoni e Elliot.

Circa redazione

Riprova

IL SISTEMA con Edoardo Sylos Labini – dal 21 settembre – Sala Umberto

RG PRODUZIONI presenta EDOARDO SYLOS LABINI ne IL SISTEMA Regia di EDOARDO SYLOS LABINI Sala Umberto …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com