Politica, non da ignorare ma da cambiare

La politica non fa schifo, ma è da cambiare. Bassa affluenza alle urne, voto frastagliato e confuso. Molti hanno preferito il mare, la montagna o il riposo e no dedicare nemmeno 10 minuti per andare a votare. E specialmente i giovani che si sentono distanti da questa politica priva di ideologia e di prospettive. Ciò che oggi la politica trasmette ai giovani determinerà il futuro di tutti. I ragazzi che oggi mentre studiano, lavorano si appassionano alla politica, magari a tempo perso, domani saranno uomini e donne che governeranno il Paese. La politica questo lo ha dimenticato. La politica rappresenta il pensiero base sul quale costruire un modello di società, uno stile di vita, la politica è il fulcro degli ideali, la politica nasce dalla passione e dall’amore per la patria, non è un lavoro, lo diventa. Chi fa politica deve avere come unico desiderio quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini, di tutti, senza punire nessuno. La politica deve trasmettere positività, amore, amore per la libertà, pur avendo una visione obiettiva della realtà. La politica è il mezzo grazie al quale un campo fertile, il Paese, viene arato, ma è importante piantare i semi giusti, rappresentati dalle idee. La responsabilità di ogni politico che si ritenga tale sta nel dare se stesso alla sua terra, con amore, come un bravo contadino lavora il campo, nel presente, per il presente e per il futuro. Lasciare ai giovani una terra in buone condizioni pronta alla semina, e non terra bruciata. Il raccolto sarà buono, proporzionalmente buono alla qualità dei politici in campo. I signori politici dovrebbero spendere due minuti del loro tempo non per promettere, offendere o urlare, ma per illuminarci, senza giochi ruba-voti, su quale sia il modello di società che i loro partiti hanno in mente, chiarire se vogliono più o meno stato, chiarire il ruolo del cittadino nei confronti dello stato e dello stato nei confronti del cittadino, “il cittadino che loro hanno in mente”.Questi punti fondamentali stanno alla base di un rapporto di lealtà, di sincerità, di verità, di cultura, che la politica può e deve avere e trasmettere. Poi il cittadino libero, è libero di scegliere in base alle proposte e alle risposte che i politici intendono dare ai problemi reali del Paese.I politici, di qualunque razza siano, debbono essere prima onesti con se stessi altrimenti non potranno mai essere veri con l’elettorato. Logorati dal potere lo hanno dimenticato.

Gennaro Ruggiero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com