Pisa, gioielliere spara e uccide rapinatore: trovata auto banditi

I carabinieri, che insieme alla polizia stanno indagando sulla tentata rapina alla gioielleria Ferretti di via Battelli a Pisa, nel corso della quale, ieri sera, il proprietario, Daniele Ferretti, ha reagito sparando e colpendo a morte un ladro, hanno ritrovato l’auto che i malviventi hanno utilizzato per raggiungere via Battelli. Si tratta di una Fiat Panda grigia metallizzata che si trovava in un parcheggio nei pressi della gioielleria. L’auto, targata Asti, risulta essere stata rubata, ed è ora a disposizione degli investigatori per le analisi scientifiche.

Ancora da chiarire se il bandito ucciso, le cui generalità ancora non si conoscono, abbia agito con uno o più complici, fuggiti poi a piedi. Così come è ancora tutta da verificare la dinamica della tentata rapina e della conseguente reazione del gioielliere. Secondo quanto emerso fino a ora, Ferretti avrebbe estratto la sua arma dopo che i banditi, a loro volta armati, avrebbero minacciato la moglie che si trovava in negozio. Poi Ferretti avrebbe intimato ai banditi di andarsene, ma uno di loro avrebbe sparato verso la moglie senza colpirla e a questo punto ci sarebbe stata la reazione del gioielliere. Nel negozio sono stati trovati tre bossoli e alcuni testimoni avrebbero riferito agli investigatori di aver sentito tre o quattro colpi di arma da fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com