Per Alonso è sempre la Red Bull la scuderia da battere

Alonso non si fida. Per nulla. Le Red Bull non sono velocissime ma per il pilota spagnolo Vettel e Webber possono trovarsi davanti anche nel prossimo Gran premio d’Australia. A pochi giorni dalla partenza del campionato del mondo, prima tappa Melbourne, Alonso è ottimista ma non troppo. “Abbiamo sicuramente accorciato il divario. Durante l’inverno abbiamo migliorato alcuni aspetti della macchina dello scorso anno, però dobbiamo ancora progredire nella frenata e nel consumo degli pneumatici”. In tema di incognite le nuove gomme Pirelli potrebbero fare la loro parte: “In questo campionato finché non saremo su ciascun circuito non potremo sapere se faremo, due, quattro o sei pit-stop durante la gara”. Se per il pilota spagnolo la Red Bull è sempre la macchina da battere, la Mercedes non sembra essere un problema. “Sappiamo che la Mercedes era una delle squadre che poteva migliorare perché lo scorso anno hanno iniziato a preparare la macchina per questa stagione. Non è stata una sorpresa, ma alla fine sono solo prove. Io posso anche vedere allenarsi Djokovic o Federer, ma non so se possono vincere il Roland Garros”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com