Pd e M5S pensano al primo premier donna

Proseguono le trattative tra Pd e Movimento 5 Stelle per il nuovo governo e nasce l’ipotesi del primo premier donna. La prima donna a Palazzo Chigi nella storia dell’Italia. Il nome nome sul quale stanno ragionando dem. e pentastellati è quello di Marta Cartabia, vicepresidente della Consulta dal 2014.

 Nelle prime ore di trattativa tra Movimento Cinque Stelle e Pd sarebbero già saltati i nomi di tre candidati premier. Il Partito democratico non sarebbe intenzionato a fare concessioni a Giuseppe Conte e Luigi Di Maio. I due nomi forti del MoVimento sono stati rimpallati dal segretario del Pd Nicola Zingaretti, il quale a sua volta ha fatto un passo indietro rinunciando alla carica di premier.

Uno dei nomi ancora in corsa è quello di Roberto Fico. Il presidente della Camera ha mostrato il suo distacco dalla politica della Lega e il suo atteggiamento è stato particolarmente apprezzato anche dal Pd nel corso dei quattordici mesi di governo gialloverde. Il nome sarebbe gradito anche a Mattarella, ma non rispetterebbe appieno la richiesta di discontinuità avanzata dal Partito democratico nella relazione di Nicola Zingaretti.

 Nelle ultime ore hanno preso vigore le voci che vorrebbero alla guida del governo giallorosso una donna. Il nome nuovo è quello di Marta Cartabia, vicepresidente della Corte Costituzionale dal 2014. Il nome non è particolarmente noto in Italia (almeno presso il grande pubblico) ma gode di grande credibilità all’estero. Il suggerimento sarebbe arriva, stando alle indiscrezioni almeno, direttamente dal Presidente Mattarella, che ha così sparigliato le carte indicando una nuova via ai novelli alleati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com