Papa: “Prudenza sui rifugiati, vanno accolti quanti si può”

“Io ho parlato tanto sui rifugiati. I criteri sono in quello che ho detto: accogliere, accompagnare, promuovere, integrare. Mi sono riferito a tutti i rifugiati. Poi ho detto che ogni Paese deve fare questo con la virtù del governo che è la prudenza, deve accogliere quanti può, quanti può integrarne, dare lavoro. Questo è il piano tranquillo, sereno, sui rifugiati. Qui stiamo vedendo un’ondata che fugge dalle guerre e dalla fame in Africa e dalle persecuzioni in Medio Oriente. Italia e Grecia sono state generosissime ad accogliere”. Sono le parole di Papa Francesco sul volo di rientro dal pellegrinaggio a Ginevra, ieri sera, come riporta La Stampa.

“Tanti governi europei – ha continuato – stanno pensando ad un piano per investire intelligentemente in quei Paesi, offrendo educazione: senza offenderli, ma è la verità, nell’inconscio collettivo c’è un motto brutto: ‘l’Africa va sfruttata. Eh, sono africani, terra di schiavi’. Questo deve cambiare con un piano di investimenti, di educazione, per far crescere… perché il popolo africano ha tante ricchezze culturali, grande intelligenza, bambini intelligentissimi. Questa sarà la strada per il medio termine. Ma, al momento, devono mettersi d’accordo i governi per andare avanti con questa emergenza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com