Panini. La raccolta di figurine sui siti dell’ Unesco

Il Colosseo e Pompei, le Dolomiti e le Isole Eolie, Venezia e Assisi, i Trulli di Alberobello e le Necropoli Etrusche di Cerveteri e Tarquinia. Sono questi alcuni dei protagonisti della nuova collezione di figurine Panini “

“Ci siamo allontanati dai calciatori ma abbiamo sottolineato uno dei valori tipici dell’azienda, quello di coniugare didattica e intrattenimento”, ha detto Antonio Allegra, Direttore Mercato Italia Figurine e Card di Panini, che alla domanda se sia allo studio una figurina in 3D ha poi prudentemente risposto che “la Panini è sempre attenta ai nuovi materiali ed alle nuove tecnologie e stiamo valutando in senso lato innovazioni di prodotto”.

“Abbiamo aderito entusiasticamente all’operazione sui siti Unesco che, in realtà, ha preso avvio quasi due anni fa. Abbiamo aspettato questo momento specifico, il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, ed anche la nomina di due nuovi siti italiani fra quelli Unesco, avvenuta a giugno”, aggiunge Allegra, specificando che le figurine “hanno dimensioni circa doppie di quelle dei calciatori” e che l’operazione sarà accompagnata da “una serie di iniziative sito per sito”.

La raccolta è dedicata a tutti i siti italiani proclamati “patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura. E’ stata realizzata dalla casa modenese in collaborazione con l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco ed ha ottenuto il patrocinio ufficiale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. La collezione è articolata in 192 figurine adesive, che possono essere raccolte in un album di 48 pagine. Sfogliandolo è possibile passare in rassegna, dal nord al sud della Penisola, tutti i luoghi di maggior interesse storico, artistico, culturale e naturalistico. Tra le altre, non mancano le figurine dedicate ai Centri Storici di Roma, Firenze, Siena, Napoli, Urbino e Pienza; ad opere d’arte come il Cenacolo di Leonardo da Vinci a Milano; a grandi strutture architettoniche, come Castel del Monte ad Andria e Villa Adriana a Tivoli; e a bellezze naturali come la Costiera Amalfitana, la Val d’Orcia, il Parco Nazionale del Cilento e Porto Venere con le Cinque Terre.

Per ogni sezione dell’album, una dettagliata didascalia fornisce le principali (in italiano e in inglese) sulle caratteristiche del luogo, i cenni storici, le coordinate geografiche e la data di iscrizione come “patrimonio dell’Umanità Unesco”. “Siamo lieti che Panini abbia creduto in questo progetto e abbia voluto promuovere con noi un tema così importante, permettendoci di arrivare anche al pubblico dei più giovani”, ha sottolineato Claudio Ricci, presidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco e sindaco di Assisi: “Si tratta di un’importante iniziativa per tutti i siti italiani e, sicuramente, di un progetto assolutamente originale ed innovativo”. “Siamo orgogliosi, di poter contribuire alla diffusione della conoscenza del patrimonio italiano. Questa raccolta non è solo un affascinante viaggio alla scoperta delle tappe artistiche e culturali del nostro paese, ma anche un vero e proprio omaggio all’eccellenza italiana”, ha aggiunto Allegra, secondo il quelle “questa collezione, insieme ad altri importanti progetti in corso, rappresenta un ritorno alla vocazione didattica che, insieme all’intrattenimento puro, ha storicamente ispirato le raccolte Panini”.

 

 

Circa redazione

Riprova

Roma: presentato il progetto Arte da Bere – Le dimore del Vino e la nuova DMO Bibere de Arte

“ARTE DA BERE – TARTUFO più” E’ stato presentato Giovedì 2 dicembre alle ore 18:00 …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com