Droga, operazione “Coccodrillo”: 45 arresti tra Sicilia e Calabria

“Coccodrillo”: questo il nome dell’operazione vede impegnati i carabinieri di Messina dalle prime ore di questa mattina. Le indagini hanno permesso ai militari dell’Arma di arrestare 45 persone, di cui 3 minorenni, all’epoca dei fatti, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le richieste dei provvedimenti sono state avanzate dal dott. Giuseppe Verzera, della Direzione Distrettuale Antimafia di Messina e dalla dott.ssa Giuseppina Latella, Procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Messina, in seguito all’inchiesta dei Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Messina condotte in collaborazione con i reparti investigativi dei Comandi Provinciali di Palermo, Reggio Calabria,  Genova e Catania.

Alla maggior parte dei predetti, 34 dei quali sono stati sottoposti alla misura della custodia in carcere ed i restanti 11 a quella degli arresti domiciliari, viene contestata l’appartenenza a due distinte associazioni per delinquere finalizzate al traffico di stupefacenti:

una attiva in Messina, con collegamenti nella città di Palermo e nella provincia di Reggio Calabria, in particolare nella Locride;

l’altra operante sul versante tirrenico di questa provincia, segnatamente sulla direttrice Palermo-Messina, e con collegamenti a Palermo ed in altri centri del Messinese ed in particolare Mistretta, Santo Stefano di Camastra, Villafranca, Rometta e Patti.

Nel corso dell’indagine sono stati effettuati sequestri di sostanze stupefacenti marijuana ed hashish per circa 14 chilogrammi, e sono state tratte in arresto 9 persone in flagranza di reato.

L’originale nome attribuito all’operazione “COCCODRILLO”, prende origine dalla forma del logo apposto su alcuni panetti di hashish sequestrati durante le indagini.

 

Le persone colpite dal provvedimento cautelare in carcere sono:

1)      Beltrani Giacomo, nato a Messina, classe 1981;

2)      Billeci Maria Luisa, nata a Palermo, classe 1986

3)      Bonasera  Domenico, nato a Messina, classe 1979;

4)      Burrascano Cristian Alessandro, nato a Messina, classe 1978;

5)      Burrascano Giuseppe, nato a Messina, classe 1970;

6)      Cacocciola Angelo, nato a Palermo, classe 1977;

7)      Cacocciola Antonio, nato a Palermo, classe 1954;

8)      Cacocciola Giuseppe, nato a Palermo, classe 1961;

9)      Cannavò Angelo, nato a Messina, classe 1982;

10) Cappuccio Marco, nato a Messina, classe 1986;

11) Cassarà Benedetto, nato a Sant’Agata Militello (ME), classe 1988, ma residente ad Acquedolci (ME);

12) Costa Letterio, nato a Messina, classe 1978;

13) Cotugno Giuseppe, nato a Santo Stefano di Camastra (ME), classe 1955;

14) Cotugno Francesco, nato a Mistretta (ME), classe 1987, ma residente a Santo Stefano di Camastra (ME);

15) Di Fazio Angelo, nato ad Adrano (CT), classe 1988;

16) Giannusa Giuseppe, nato a Palermo, classe 1981;

17) Giuliano Lorenzo Mario, nato a Sant’Agata di Militello (ME), classe 1988, ma residente a Mistretta (ME);

18) Lanza Claudio, nato a Messina, classe 1982;

19) Lo Prinzi Sara, nata a Firenze, classe 1988, ma residente a Mistretta (ME);

20) Luparello Giuseppe, nato a Palermo, classe 1982;

21) Nicosia Luana Rita, nata a Milano, classe 1981, ma residente a Santo Stefano di Camastra (ME);

22) Rampulla Antonino, nato a Sant’Agata di Militello (ME), classe 1988, ma residente a Santo Stefano di Camastra (ME);

23) Ribuffa Vincenzo, nato a Palermo, classe 1987;

24) Ribuffo Antonino, nato a Palermo, classe 1984;

25) Ripinto Giovanni, nato a Messina, classe 1986, ma residente a Villafranca Tirrena (ME);

26) Sangiorgio Sergio, nato a Palermo, classe 1985;

27) Scaffidi Andrea, nato a Patti (ME), classe 1987;

28) Scarfò Giovanni, nato a Siderno (RC), classe 1987;

29) Skenderovic Emil, nato in Croazia, classe 1984, ma domiciliato a Capo D’Orlando (ME);

30) Scruci Giuseppe, nato a Locri (RC), classe 1986, ma residente a Siderno (RC);

31) Traina Giovanni, nato a Palermo, classe 1979;

32) Traina Salvatore, nato a Palermo, classe 1976, ma residente a Cervignano del Friuli (UD);

33) Valenti Francesco, nato a Mistretta (ME), classe 1988, ma residente a Castel di Lucio (ME);

34) M.G., classe 1991, minore all’epoca dei fatti.

 

 

Le persone colpite dal provvedimento cautelare degli arresti domiciliari sono:

1)      Accardi Antonino, nato a Messina, classe 1985;

2)      Citrano Giuseppe, nato a Palermo, classe 1976;

3)      Di Marco Lirio, nato a Mistretta (ME), classe 1982;

4)      Filippone Rosa, nata a Palermo, classe 1938;

5)      Mammana Luigi, nato a Mistretta (ME), classe 1988, ma residente a Sant’Agata di Militello (ME);

6)      Nava Salvatore, nato a Messina, classe 1983, residente a Rometta (ME);

7)      Scruci Antonio, nato a Locri (RC), classe 1987, ma residente a Siderno (RC);

8)      Torcivia Salvatore, nato a Mistretta (ME), classe 1989, ma residente a Santo Stefano di Camastra (ME);

9)      Volo Ignazio, nato a Mistretta (ME), classe 1986, ma residente a Santo Stefano di Camastra (ME);

10) S.G., classe 1990, minore all’epoca dei fatti;

11) M.T., classe 1991, minore all’epoca dei fatti.

 

 

Circa Piera Toppi

Riprova

Migranti: nel 2021 riconosciuto titolo di studio a oltre 900 rifugiati

Sono oltre 900 i rifugiati che l’anno scorso sono stati integrati nel nostro Paese tramite …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com