Ong imbarca 50 migranti e fa rotta verso l’Italia. Salvini chiude le le acque territoriali

La nave Mare Jonio di Mediterranea Saving Humans, battente bandiera italiana, ha soccorso, a 42 miglia dalle coste libiche, 49 persone che si trovavano a bordo di un gommone in avaria che imbarcava acqua. “La Mare Jonio ha incrociato un gommone in avaria che stava affondando con una cinquantina di persone. Li stiamo già soccorrendo. La cosiddetta Guardia Costiera libica arrivata in un secondo momento, si sta dirigendo verso di noi”, ha annunciato la Ong in un tweet. “Stiamo facendo rotta verso nord per evitare il maltempo, ci dirigiamo verso l’Italia dove chiederemo il porto sicuro per sbarcare queste persone scappate dai campi di concentramento libici – ha sottolineato Luca Casarini, capomissione di Mediterranea Saving Human da bordo della nave Mare Jonio, al largo della Libia -. Non c’è stata alcuna tensione con la motovedetta libica, sono arrivati quando il nostro soccorso era già in corso”.

La risposta di Salvini non si fa attendere: alla vigilia del voto in Senato sull’autorizzazione a procedere contro di lui il Viminale fa sapere che è pronta una direttiva per chiudere le acque territoriali alle navi delle Ong che non seguono le procedure stabilite per i salvataggi. La priorità, rileva, “rimane la tutela delle vite, ma subito dopo è necessario agire sotto il coordinamento dell’autorità nazionale territorialmente competente, secondo le regole internazionali della ricerca e del soccorso in mare”. E dal momento che l’intervento in questo caso è avvenuto a poca distanza dalle coste libiche, l’autorità competente sarebbe stata la Libia. Qualsiasi comportamento difforme, conclude la nota del Viminale, “può essere letto come un’azione premeditata per trasportare in Italia immigrati clandestini e favorire il traffico di esseri umani”.

“Riesco a vedere la nave Jonio da qui, sono alla fonda a poco più di un miglio dalla costa. Noi siamo qui che li aspettiamo. Se arrivano sono i benvenuti”, ha detto all’Adnkronos il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello, commentando l’arrivo della mave Ong Mare Jonio alla fonda dell’isola, con a bordo 49 migranti soccorsi nel Mediterraneo. “Se c’è bisogno del nostro intervento – dice Martello – noi interveniamo”. E ricorda che “non c’è un’ ordinanza di chiusura dei porti, che mi risulti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com