On the road

Messina – “Con la ‘Casa di Vincenzo’, che il Comune di Messina ha affidato temporaneamente a Santa Maria della Strada, si realizza quel centro a bassa soglia di cui Messina ha bisogno, un centro dedicato all’accoglienza dei soggetti che maggiormente ne hanno bisogno, tra i quali coloro che hanno più difficoltà nella socializzazione e nell’integrazione.  Ci sono tutte le premesse perché questo servizio venga reso permanente. Bisogna ora fare tutti i passi perché ciò si realizzi. Riteniamo infatti irrinunciabile che vengano garantite stabilità e continuità. Solo così, infatti, nella relazione umana tra ospite e assistente si può andare oltre le emergenze e camminare insieme, in amicizia, solidarietà e consapevolezza”. Coglie ancora una volta l’occasione per ribadire le esigenze e i diritti degli “ultimi tra gli ultimi”, padre Gaetano Tripodo, direttore della Caritas diocesana di Messina. L’occasione è data dalla conferenza con la quale si annuncia la II edizione di “On the road”, la giornata di festa dell’Help Center, che l’anno scorso fu realizzata nel giorno dell’inaugurazione dello Studio medico specialistico e quest’anno si realizza nel giorno del “primo compleanno” del nuovo servizio. L’appuntamento è per domenica 11 maggio. Una giornata – dalle ore 17 alle ore 21 – durante la quale, come già accaduto nel 2013, si susseguiranno momenti di spettacolo, interventi, flashmob, mostre, fino alla cena che si gusterà tutti insieme, con i sapori, i profumi e i colori delle tante pietanze amorevolmente cucinate dai partecipanti.  Inaugurato il 12 maggio 2013, lo Studio medico specialistico, gestito da Terra di Gesù onlus con i suoi “Medici di carità”, nasce all’interno dell’Help Center, il centro diurno di accoglienza che raccoglie l’esperienza di decenni di relazioni e impegni svolti dalla Chiesa e dai volontari nel mondo dei senza dimora, rappresenta lo “snodo” di una rete di associazioni e servizi, è stato attivato il 27 gennaio 2012 alla Stazione Centrale di Messina dalla Caritas diocesana,  in collaborazione con le Ferrovie e con il contributo di Enel Cuore e Ikea ed è gestito da Santa Maria della Strada. Nei suoi primi dodici mesi di attività lo Studio medico ha eseguito 2550 prestazioni mediche. Di queste prestazioni il 40% è rappresentato da visite generali e il 27% da visite cardiovascolari. Quasi seicento, esattamente 579, sono stati i pazienti seguiti, che hanno un’età media attorno ai 50 anni e sono per il 61,2% donne e il 38,8% uomini. Tra loro il 30% è italiano, e nel resto dei casi la provenienza è per il 33% dall’Europa dell’Est (Polonia, Romania), per il 20% dall’Africa, e per il 17% dall’Asia (Sri Lanka, Filippine). Il 75% dei pazienti ha usufruito del Fondo farmaceutico, sia per farmaci in fascia C sia per il pagamento di quote ticket e di farmaci in fascia A. Il 38% delle prestazioni eseguite è stato dedicato ai pazienti senza dimora, che rappresentano il 20% del totale, gruppo nel quale l’età si abbassa a 48 anni in media, gli uomini sono decisamente di più, il 75%, rispetto alle donne, che rappresentano il 25%. Il 90% dei senza dimora visitati risulta iperteso, molte e diverse le patologie che a ciò si assommano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com