Olimpiadi 2026, il governo ha firmato la lettera di candidatura Milano-Cortina

Il governo ha firmato la lettera per la candidatura congiunta di Milano e Cortina ad ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. “Sono soddisfatto per il via libera . Un bel segnale: ora vinca il Migliore!”: è il via libera Di Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport.

I costi. Per quanto riguarda le spese, a carico dello Stato – nel caso in cui Milano-Cortina dovesseo effettivamente vincere la corsa con Stoccolma – ci saranno solo i costi necessari a garantire la sicurezza: secondo quanto trapela da M5s dovrebbe essere questa la posizione del governo in vista della presentazione del dossier olimpico. Fin dall’inizio, infatti, i 5 Stelle erano stati fermi nel sostenere che se si voleva proseguire nella candidatura a due, dopo che Torino si era sfilata, i costi sarebbero stati interamente a carico delle Regioni (Lombardia e Veneto) e dei due Comuni ospitanti. Ma in una lettera inviata nei giorni scorsi al governo, i sindaci Giuseppe Sala e Gianpietro Ghedina e i governatori Attilio Fontana e Luca Zaia, si erano detti pronti alla firma di un accordo quadro “per assicurare la copertura degli oneri finanziari” per organizzare e gestire i Giochi, con l’impegno “a rifondere l’eventuale saldo negativo” tra incassi e costi sostenuti dallo Stato. Il governo però, secondo, appunto, quanto trapela dai 5 Stelle, non sarebbe intenzionato a sostenere alcun onere, al di là di quelli per la sicurezza. Zaia si dice, comunque, soddisfatto: “Grazie al governo che ci affianca ufficialmente in questa corsa tanto complessa quanto entusiasmante”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com