Obama a Milano: accordo sul clima di Parigi molto significativo

‘Vi porto i saluti di Michelle. E vi dico che torneremo molto spesso in Italia’, così Barack Obama ha aperto il suo discorso a Seeds&Chips a Milano:_ ‘Ricordiamo i nostri viaggi in Toscana, a Roma, lei ricorda il suo viaggio a Milano per Expo con Sasha e Malia. Per questo dico, torneremo molto spesso in Italia’.

LA DIRETTA

‘Vi prometto che torneremo tantissime volte qui in Italia’,  ha ripetuto, che in apertura del suo discorso ha voluto ringraziare Matteo Renzi e l’ex sindaco di Milano Letizia Moratti per aver voluto Expo a Milano. Obama ha quindi elogiato gli italiani emigrati in America: ‘Gli Stati Uniti  non sarebbero quello che sono senza il contributo di generazioni di migranti italiani, che hanno anche dovuto subire discriminazioni, ma che con fede, convinzione e lavoro duro hanno avuto successo dappertutto e hanno rafforzato gli Stati Uniti.

A Parigi, con Matteo, abbiamo aiutato a portare il mondo a un accordo molto significativo sul clima. La tecnologia nel mondo sta creando in molti settori dell’economia alta intensità di capitale e meno richiesta di mano d’opera, e tutto questo diventerà un problema nel mondo avanzato. È una delle cose che mi preoccupa di più: sono certo che in molti Paesi del Medio Oriente e del sud dell’Asia questo è parte del problema che fomenta la radicalizzazione e il terrorismo. Se molti giovani sono disoccupati canalizzeranno in modo malsano le loro energie’ .

Obama ha detto che il suo impegno dopo aver lasciato la Casa Bianca è quello di “formare la prossima generazione di leader nel mondo. L’ex presidente Usa nel suo discorso di Milano ha spiegato che per questo ha discusso anche con Renzi per creare una rete efficiente di attivisti globali. Confido nel fatto,  ha detto,  che gli Stati Uniti continueranno a muoversi nella giusta direzione nelle politiche sul clima.

Che l’amministrazione Trump abbia idee diverse dalla sua, ha detto, fa parte della democrazia. Ma, ha aggiunto Obama, anche se dovessero cambiare le normative a Washington non c’è alcun produttore di auto che possa produrre un’auto che poi non possa essere venduta in California.

Secondo l’ex presidente, non dovrebbe esistere alcuna azienda sulla terra che vuole sprecare energia, perché questo si rifletterebbe sui suoi utili. Sui cambiamenti climatici è importante che grandi Nazioni, come Usa o Cina, e anche l’Europa, indichino la strada.  L’accordo di Parigi prevedeva standard così alti da risolvere il problema tout court, ma è servito a mettere insieme l’architettura per ridurre le emissioni, andando avanti man mano che le tecnologie lo permetteranno. Bisogna continuare con questa leadership,  ha concluso,  nessuno può sedersi a bordo campo.

In mattinata visita al Cenacolo di Leonardo da Vinci insieme al ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini. ‘Straordinario… Leonardo è un genio’, questa la reazione di Barack Obama davanti al Cenacolo di Leonardo.

VIDEO

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ha consegnato le chiavi della città all’ex presidente americano Barack Obama. La consegna dei sigilli della città è avvenuta alla fiera di Rho nel corso di un incontro a porte chiuse con l’ex numero uno della Casa Bianca, a cui hanno partecipato, oltre al sindaco Sala, rappresentanti delle istituzioni e dell’imprenditoria. Al termine dell’incontro Obama si è recato nel padiglione di Seeds&Chips, per il suo discorso.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com