Nuovo blitz della Digos contro appartenenti area No Expo

MILANO. Un nuovo blitz contro presunti appartenenti all’area No Expo è in corso stamani a Milano. La Polizia di Stato sta intervenendo nella stessa zona di ieri, nel quartiere Giambellino dove erano state trovate mazze e molotov. Le indagini sono condotte dalla Digos che sta effettuando perquisizioni e controlli in vista delle manifestazioni No Expo previste per l’1 maggio. Le vie attorno ai palazzi in cui sono in corso nuove perquisizioni, in via Odazio e via degli Apuli, sono chiuse dai mezzi di polizia e carabinieri. Al setaccio ancora gli appartamenti in via degli Apuli, palazzine popolari di quattro piani abituate alle forze dell’ordine per gli sgomberi degli appartamenti Aler. A differenza di ieri non ci sono antagonisti a contestare l’operazione. Nel corso del blitz in appartamenti occupati abusivamente, a Milano, da attivisti anarchici, sono stati trovati tre tedeschi che fanno parte dei No Expo già identificati ieri e per i quali era stato chiesto un decreto di allontanamento dall’Italia, poi negato. I tre hanno tentato di sbarazzarsi di un borsone con maschere antigas e altro materiale. Alcune persone sono state accompagnate in Questura per essere identificate e per accertamenti. Si tratta di giovani vicina all’area anarchica. Un altro blitz è in corso, da parte delle forze del’ordine, a Bresso, nel Milanese. Secondo quanto si è appreso si tratta di un’operazione di sgombero non meglio precisata, che sta avvenendo dentro l’area dell’aeroporto. Sul posto, l’hangar 39, si trovano le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, che stanno sgomberando diverse persone. L’aeroclub, raggiunto telefonicamente, ha confermato i “controlli” precisando solo che “non interferiscono con l’attività di volo”, che rimane operativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com