Nuova giunta regionale in Sicilia

Cambio all’Ars. Dopo settimane di richieste, polemiche e confronti,  il presidente regionale Rosario Crocetta ha varato la nuova giunta, un mix tra vecchio e nuovo. Infatti il governatore siciliano ha confermato Michela Stancheris (Megafono), Nelli Scilabra (Pd), Patrizia Valenti (Udc), Mariarita Sgarlata (Pd) e in quota Crocetta Lucia Borsellino e Linda Vancheri. Esclusi, tra gli altri, Nicolò Marino, Mariella Lo Bello, Ester Bonafede, Dario Cartabellotta. Del nuovo esecutivo entrano a far parte Giuseppe Bruno (Pd), Nico Torrisi (Udc), Antonio Fiumefreddo per i Drs e Paolo Ezechia Reale (Articolo 4), Roberto Agnello (Pd) e Salvatore Calleri (all’Energia). Calleri, presidente della Fondazione Caponnetto, da anni vive a Firenze e a quanto pare è un nome fatto da Renzi. Escluso, confermando le indiscrezioni delle ultime ore, Ingroia.  In serata Crocetta ha emesso un comunicato in cui parla di “professionisti di grande valore, di uomini che scelgono di combattere per liberare la Sicilia e favorire il suo processo rinascita economica e sociale”. << La mia – prosegue Crocetta – non è una decisione autoreferenziale, ma vuole essere in sintonia con la società, la politica e i partiti che spero non creino più ulteriori spettacoli perché la Sicilia ha bisogno di decisioni e anche in tempi rapidi>>. Nella nota emessa dopo le scelte Crocetta chiarisce ancora: <<Dopo l’invito delle parti sociali, della società, data la necessità di dare impulso alle riforme e ricomporre un largo quadro di alleanze, fedele al quadro politico originario, con l’obiettivo di chiudere velocemente la questione che ormai si prolungava da troppo tempo. Sentiti tutti i partiti, ho colto le esigenze programmatiche che vengono dalla società, dai lavoratori, dal mondo degli imprenditori, guardando prima di ogni cosa ai giovani, ai disoccupati, ai deboli che rischiano di essere schiacciati dalla crisi”. Questi gli obiettivi della nuova giunta: dare ulteriore slancio alla solidarietà sociale, al lavoro, allo sviluppo, alla lotta alla corruzione, alla mafia e agli sprechi.

Sebastiano Borzellino

Circa redazione

Riprova

Cava de’ Tirreni, Consiglio comunale convocato il 12 agosto. Cirielli (FdI): “Superficiale e prepotente la gestione del Comune di questa amministrazione”

“Questa amministrazione continua a gestire il Comune e la Città in modo superficiale e prepotente, …

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com