Nubifragio a Roma: un anziano è annegato, un altro risulta disperso

Il forte nubifragio abbattutosi a Roma, nelle prime ore di stamattina ha causato la morte di un anziano. L’uomo e’ annegato in un seminterrato all’Infernetto, zona a sud di Roma. I Vigili del Fuoco stanno cercando un altro anziano a Castelporziano che risulterebbe disperso.

Il nubifragio paralizza la città: Difficile la situazione a Roma in queste ore. A causa di un forte nubifragio, la città è praticamente bloccata. Forti difficoltà si presentano soprattutto agli automobilisti, che hannoa che fare con strade letteralmente allagate. Davanti alla Bocca della Verità, infatti, nel centro storico di Roma,  sono rimasti bloccati con le loro macchine in un vero e proprio ‘laghetto urbano’. Anche i servizi pubblici stanno risentendo della situazione, alcune strade risultano non percorribili per gli autobus. Per quanto riguarda il servizio metro la linea B è stato disattivata tra Garbatella e Rebibbia (c’e un servizio sostitutivo su gomma), mentre per quanto riguarda la linea A, sono state chiuse per allagamento le stazioni: Termini, Manzoni, San Giovanni e Porta San Paolo, parzialmente fuori servizio anche gli accessi della stazione Ottaviano. Forti problemi anche per chi è a piedi: sono tanti i marciapiedi della capitale ‘sommersi’ da diversi centimetri d’acqua.

Il servizio della Metro A è sospeso. Le stazioni sono state lasciate aperte per consentire ai viaggiatori di ripararsi dalla pioggia, tranne Termini, Manzoni, San Giovanni, Colli Albani, Porta Furba, Numidio Quadrato e Cinecittà, chiuse per allagamento. In tilt anche diverse linee autobus. A causa del nubifragio e per agevolare i cittadini, i varchi ztl, su disposizione dell’amministrazione comunale, sono stati spenti dalla Centrale della Mobilità. E’ dunque libero l’accesso al centro storico e Trastevere.

Ma anche il traffico aereo è fortemente rallentato. E’ stata infatti disdetta la partenza del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per Pisa dove era atteso alle 10 per inaugurare la Domus Mazziniana. Al momento è  confermato il convegno all’università  dopo le 11, mentre la cerimonia alla Domus Mazziniana e davanti al monumento a Garibaldi è stata spostata al pomeriggio.

Sempre a causa del nubifragio la ferrovia Roma-Lido è temporaneamente sospesa, la ferrovia Termini-Giardinetti non è attiva tra Centocelle e Termini e la metro B è stata riattivata tra le stazioni Policlinico e Rebibbia. Lo rende noto l’Agenzia per la Mobilità di Roma.

A causa delle piogge delle ultime ore si è allagato il sottopassaggio della nuova stazione Tiburtina che passa sotto i binari collegando il piazzale antistante la struttura con l’ingresso posteriore verso Pietralata. Il sottopassaggio è ridotto ad un vero e proprio fiume con grandi rivoli d’acqua che scendono dalle rampe di accesso ai binari. L’unico modo per passare è attraverso delle tavole di legno poste in terra che lentamente stanno andando sottacqua visto la grande quantità di pioggia in entrata. Sono centinaia i pendolari irati rimasti bloccati, in particolare, sulla banchina dei binari 24 e 25 che servono la tratta Fiumicino aeroporto-Fara Sabina Orte, impossibilitati a defluire regolarmente nel sottopassaggio, dove peraltro piove anche all’interno in vari punti. Anche nell’atrio dell’ingresso posteriore della stazione piove all’interno in vari punti e come se non bastasse, per i pendolari mancano le comunicazioni riguardanti la chiusura delle linee metro A e B e di eventuali servizi di bus sostitutivi. Intanto la pioggia continua a cadere incessantemente ed al momento il traffico intorno alla stazione Tiburtina, in particolare sulla tangenziale e sul ponte Tiburtino, è molto intenso e rallentato.

Alemanno chiede stato di calamità naturale: Il sindaco di Roma Gianni Alemanno chiederà al presidente della Regione Lazio Renata Polverini “il riconoscimento dello stato di emergenza e il conseguente riconoscimento dello stato di calamità naturale per l’agricoltura e la protezione civile”, in relazione al nubifragio che ha colpito stamane la Capitale. Il riconoscimento dello stato di calamità naturale, ha spiegato Alemanno, “varrà come giustificazione per tutti i cittadini che non sono riusciti a raggiungere il posto di lavoro per l’interruzione dei servizi pubblici locali”. “L’allerta meteo di ieri – ha aggiunto il sindaco – parlava solo di temporali e non di piogge torrenziali come quelle di questa mattina. E l’intensità è stata imprevista”.

Nelle scuole cadono soffitti: Piove nelle classi, crollano pezzi di soffitto e uno finisce addosso ad uno studente”. A denunciare quanto accaduto questa mattina al liceo Socrate di Roma è il collettivo Senza Tregua. “Gli studenti del Socrate – scrivono in un comunicato -, eccetto i minorenni sono fatti uscire e tornare a casa. Molte delle classi sono al momento inagibili a causa dell’acqua che continua a cadere dai soffitti. Proprio ieri gli studenti del collettivo ‘Dante di Nanni’, da anni attivo nella scuola, avevano consegnato alla vice presidente della Provincia Cecilia D’Elia un ampio dossier sulla disastrosa condizione dell’edilizia al Socrate”.

Calcio: rimandata conferenza per Baldini:A causa del maltempo che si è abbattuto in queste ore su Roma e che ha paralizzato le strade della Capitale, la società giallorossa ha deciso di rinviare la conferenza di presentazione di Franco Baldini. L’appuntamento con la stampa, inizialmente previsto per le 13:30 di quest’oggi, é stato rimandato di 24 ore.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com